Apri il menu principale

Modifiche

Nessun cambiamento nella dimensione ,  9 anni fa
nessun oggetto della modifica
}}
'''Paterno''' (dall'[[Unità d'Italia]] al [[1928]] '''Paterno d'Ancona''') era un comune italiano, [[Comuni italiani soppressi|soppresso]] con [[Regio Decreto]] [[15 aprile]] [[1928]], n. 882<ref>Aggregazione al comune di [[Ancona]] dei comuni di [[Montesicuro]] e Paterno d'Ancona nonché del territorio del comune di [[Falconara Marittima]] situato a destra del [[Esino (fiume)|fiume Esino]], ed aggregazione al comune di [[Chiaravalle]] del territorio del comune di Falconara Marittima situato a sinistra del fiume Esino.</ref> ed accorpato al comune di [[Ancona]], di cui è divenuto [[Circoscrizioni di Ancona|frazione]].
Paterno è composta da duecento abitanti, per la maggior parte composta da anziani. La città si trova sulla punta della collina mentre altre case si espandono all'esterno fino in aperta campagna. Inizialmente paternoPaterno era un'uscita dell'autostrada E55, ma fu chiusa per una nuova uscita molto più agevolata.
== Note ==
<references/>
Utente anonimo