Tonalità: differenze tra le versioni

75 byte aggiunti ,  16 anni fa
mNessun oggetto della modifica
 
== Storia ==
Il periodo che viene definito ''tonale'' è normalmente compreso tra il [[XV secolo]] ([[Barocco]]) e il [[XIX secolo]].<br>
In precedenza la musica era definita ''modale'' ed era basata sugli otto modi di origine benedettina, suddivisi in quattro ''modi autentici'' (''Dorico, Frigio, Lidio, Misolidio'') e quattro ''modi plagali'' (''Ipodorico, Ipoionico, Ipofrigio, Ipomisolidio'').<br>
Nel corso dei secoli i compositori hanno concentrato la propria attenzione armonica sui gradi "più forti" in senso tonale. Questa attenzione ha sviluppato nel corso dei secoli un notevole allargamento delle possibilità armoniche di questi gradi.<br>
Nel corso del XIX secolo l'allargamento della tonalità raggiunge il suo massimo livello: i compositori, dopo aver esplorato tutti gli ambiti delle tonalità, iniziano a cercare nuove forme di espressione, introducendo il concetto di [[atonalità]], ovvero di assenza della tonalità.
 
== Voci correlate ==
*[[Modo musicale]]
*[[Accordo musicale]]
 
{{musica}}