Differenze tra le versioni di "Schema (psicologia)"

m
Bot: Aggiungo: he:סכמה קוגניטיבית; modifiche estetiche
m (Bot: Aggiungo: he:סכמה קוגניטיבית; modifiche estetiche)
<small>Tradotto da: [[Frederic Bartlett]], ([[1932]]). ''Remembering''. Cambridge: Cambridge University Press.</small>
<blockquote>
''Una sera, due giovani di Egulac discesero il fiume per cacciare foche, e mentre stavano lì si fece nebbioso e calmo. Udirono grida di guerra, e pensarono: "Forse è una spedizione guerresca". Fuggirono sulla spiaggia, e si nascosero dietro ad un tronco. <br />
''Tosto sopravvenivano delle canoe, ed essi udivano il fruscio delle pagaie, e videro una canoa che si dirigeva verso di loro. C'erano cinque uomini nella canoa, e dissero: <br />
''"Che ve ne pare? Vogliamo portarvi con noi per combattere con certa gente".<br />
''Disse un giovane: "Non ho frecce".<br />
''"Le frecce stanno nella canoa", risposero. <br />
''"Non verrò. Potrei restare ucciso. I miei genitori non sanno dove sono andato.
''Ma tu", soggiunse volgendosi al compagno, "puoi andar con loro". <br />
''Così un giovane andò, mentre l'altro rincasò.
''Ed i guerrieri percorsero il fiume fino ad una città sull'altro lato di Kalama. <br />
 
''Quelli del posto corsero verso l'acqua, ed iniziarono a combattere, e molti furono uccisi. Ma ad un certo punto il giovane udì uno dei guerrieri che diceva: <br />
''"Presto, ritorniamo, quell'indiano è stato colpito". <br />
''Allora pensò: "Oh, sono spettri". Non si sentiva male, ma dicevano che egli era stato colpito. <br />
''Così le canoe fecero ritorno ad Egulac, ed il giovane sbarcò a casa sua, ed accese un fuoco. E diceva a tutti: "State a sentire, ho accompagnato i fantasmi, e combattemmo. Molti dei nostri, e molti degli avversari, caddero. Dicevano che io son stato colpito, però sto benissimo". <br />
''Finì il suo racconto, poi tacque.
''Al sorgere del sole egli cadde a terra. Qualcosa di nero uscì dalla sua bocca. La sua faccia si contorse. Tutti balzarono in piedi gridando. <br />
 
''Era morto.''
}}
 
== Inquadramento del problema ==
Uno dei temi più controversi nello studio della [[Memoria (psicologia)|memoria]], in [[psicologia]], è la precisione nel richiamare alla mente i ricordi, specie dopo un lugo periodo di tempo.
 
Il nostro [[cervello]] aggiunge [[a posteriori]] i tasselli d'informazione che obiettivamente non ha registrato, e — come fa il paleontologo, ma nel nostro caso in modo [[inconscio]] — scegliamo tali tasselli del [[mosaico]] che compone il ricordo in virtù di una supposta coerenza con gli elementi effettivamente immagazzinati nella nostra memoria.
 
== La teoria di Bartlett ==
Sir [[Frederic Bartlett]] prese le mosse dalla natura ricostruttiva della memoria intorno al [[1930]]. Introdusse il termine ''schema'' per riferirsi ai temi generali che ricaviamo dall'[[esperienza]]. Per esempio, se voleste ricordare una nuova favola, cerchereste di integrare le informazioni della nuova favola con il vostro schema di ciò che s'intenda per favola.
 
Secondo [[Ernest Hilgard]], gli esperimenti di Bartlett hanno significato principalmente in relazione alla forma di [[oblio]] che va sotto la denominazione di [[distorsione sistematica della traccia mnestica]].<ref>''Psicologia — Corso introduttivo,'' cit. pagg. 341-344. Le altre forme, per inciso, sono la ''disintegrazione passiva attraverso il disuso, l'inibizione retroattiva e proattiva, l'oblio motivato.''</ref>
 
=== «Guerra degli spettri» ===
Un esempio di racconto-test utilizzato da Bartlett per i suoi classici esperimenti è costituito dalla ''Guerra degli spettri'' (vedasi "box" a margine), una (supposta) leggenda dei [[nativo americano|nativi americani]]. Questo racconto viene "somministrato" alle persone, che — dopo averlo letto o ascoltato — sono invitate a ripetere a mente la storia. Inevitabilmente avvengono deformazioni, aggiunte od omissioni, a cui il ricercatore attribuisce un significato alla luce della teoria dello schema di Bartlett.<ref>Secondo Bartlett ''(Remembering,'' cit.), lo sviluppo dell'oblio si manifesta in questa tipica forma di distorsione:
<blockquote>
 
== Bibliografia ==
* ''Psicologia. Corso introduttivo,'' by Ernest R. Hilgard, Ernest R. Hilgard, Richard C. Atkinson, Richard C. Atkinson - 1989 - 720 pages
* Bartlett, F.C. (1932),''Remembering: An Experimental and Social Study.'' Cambridge: Cambridge University Press
* Smith, E.R., / Queller, S. (2001). ''Mental Representations.'' In Tesser, A., & Schwarz, N. (Eds.). ''Blackwell handbook of social psychology: Intraindividual processes.'' London: Blackwell Publishers.
* Holland, D. / Quinn, N. (Hg.) (1987): ''Cultural Models in Language and Thought.'' Cambridege-Mass.
* ''Psychologia poznawcza,'' Nęcka E., Orzechowski J., Szymura B.
* Baddeley, A. (2005) ''Az emberi emlékezet.'' Budapest: Osiris
* Thorne, B.M.; Henley, T. B. (2000) ''A pszichológia története.'' Budapest: Glória
* Atkinson, R. L.; Atkinson, R. C.; Smith, E. E.; Bem, D.J.; ''Nolen-Hoeksema, S. (2003) Pszichológia.'' Budapest: Osiris
 
== Voci correlate ==
* [[Oblio#In_psicologiaIn psicologia|Oblio (psicologia)]]
== Collegamenti esterni ==
* [http://www2.yk.psu.edu/~jlg18/506/SchemaTheory.pdf ''Schema Theory: An Introduction''] An essay by Sharon Alayne Widmayer.
* [http://www.sil.org/lingualinks/literacy/ImplementALiteracyProgram/SchemaTheoryOfLearning.htm ''LinguaLink's page on Schema Theory'']
* [http://www.ppsis.cam.ac.uk/bartlett/TheoryOfRemembering.htm ''A Theory of Remembering''] Citation: Bartlett, F.C. (1932). Remembering: A Study in Experimental and Social Psychology. Cambridge University Press.
 
[[fi:Skeema]]
[[fr:Schéma (psychologie cognitive)]]
[[he:סכמה קוגניטיבית]]
[[hu:Séma]]
[[pl:Schemat poznawczy]]
370 895

contributi