Differenze tra le versioni di "Credito Cooperativo Fiorentino"

(→‎Dagli anni '90 in poi: amministrazione straordinaria)
Nel [[1993]] viene aperta la prima filiale fuori dal comune di Campi Bisenzio, a [[Calenzano]]: tre anni dopo è il turno di quella di [[Firenze]] fino ad arrivare agli attuali sette sportelli.
La [[Banca d'Italia]], con delibera del Direttorio del [[20 luglio]] [[2010]], ha proposto al [[Ministero dell'Economia|Ministro dell'Economia]] "la sottoposizione dell'azienda alla procedura di amministrazione straordinaria per gravi irregolarità nell'amministrazione e gravi violazioni normative".
<ref name="commissariamento">[{{cite web|url=http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2010-07-28/tremonti-firma-commissariata-banca-080031_PRN.shtml |title=Tremonti firma, commissariata la banca di Verdini - |publisher=Il Sole 24 Ore]}}</ref>
Il [[26 luglio]] Denis Verdini si è dimesso dal ruolo di [[Presidente]]<ref>{{cite web|url=http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/2010/27-luglio-2010/banca-tanto-amata-rischia-commissariamento-1703468039757.shtml|title=La banca «tanto amata» rischia il commissariamento|publisher=Corriere Fiorentino}}</ref> e con lui tutto il Consiglio di Amministrazione<ref>{{cite web|url=http://www.ilsecoloxix.it/p/italia/2010/07/26/AMHas4tD-fiorentino_cooperativo_credito.shtml|title=Verdini lascia il Credito Cooperativo Fiorentino|publisher=il Secolo XIX}}</ref>.
Il [[27 luglio]] il ministro dell'Economia ha firmato il decreto proposto dalla Banca d'Italia.<ref name="commissariamento"/>
521

contributi