Differenze tra le versioni di "Cainismo"

16 byte aggiunti ,  11 anni fa
m
disambigua, typos
(aggresiv* -> aggessiv*)
m (disambigua, typos)
Il '''cainismo''' è un tipo di comportamento aggressivo osservato in alcuni [[animale|animali]], principalmente [[uccello|uccelli]] [[rapace|rapaci]], che consiste nell'annientamento diretto del fratello o fratelli minori da parte del più grande e forte, che può in tal modo ottenere tutto il [[cibo]] e le cure dei suoi genitori. In alcune [[specie]], come l'[[aquila reale]] (''[[Aquila chrysaetos]]''), i genitori non intervengono quando vedono questo comportamento, mentre in altri animali le azioni aggressive vengono condotte quando il genitore si è assentato dal nido. Questo comportamento prende, ovviamente, il nome da [[Caino]], il [[personaggio]] [[Bibbia|biblico]] che uccise suo fratello [[Abele]] per gelosia.
 
Nei [[cuculo|cuculi]] si presenta un comportamento similare, anche se in questo caso il [[pullo]] "assassino" non è il maggiore (nonostante sia il più grande): esso infatti uccide i suoi fratelli "adottivi". Le femmine di Cuculo, infatti, non costruiscono il nido, poiché hanno l'abitudine di deporre un [[Uovo (biologia)|uovo]] nei nidi di altre specie di uccelli. Il piccolo del Cuculo schiude per primo, e, appena possiede la forza e la motilità sufficienti, fa rotolare le altre uova fuori del nido. In seguito, quindi, i genitori che hanno costruito il nido allevano senza saperlo l'usurpatore assassino dei loro veri figli.
 
Altro comportamento fraticida è il [[cannibalismo]] [[utero|intrauterino]] praticato da alcuni [[squalo|squali]] [[ovoviviparo|ovovivipari]]: i piccoli più forti divorano le uova ancora non schiuse e i loro fratelli più deboli prima di lasciare il corpo della loro madre.
495 107

contributi