Differenze tra le versioni di "Filippo Luigi I di Hanau-Münzenberg"

Il conte Filippo Luigi I ancora giovane viene descritto dai suoi insegnanti come molto intelligente e desideroso di apprendere. Dal [[1563]] egli inizierà dei viaggi all'estero che condizioneranno profondamente il suo modo di vedere il mondo e di governare il suo stato, soggiornando per tre anni alla corte del suo tutore, il conte di [[Nassua-Dillenburg]] dove venne allevato assieme ad [[Enrico di Nassau-Dillenburg]] (1550-1574), fratello minore del suo padrino di governo. Entrambi vennero poi inviati assieme in un viaggio di istruzione frequentando dal 1567 al 1569 l'Università di Strasburgo e dal 1569 l'Università di Tubinga, entrando qui a contatto con le feroci polemiche interne al movimento protestante di quegli anni.
 
Dopo il soggiorno a Tubinga, la formazione dei due giovani continuò in [[Francia]]. Nel [[1572]] Filippo Luigi I incontrò il leader degli ugonotti, l'ammiraglio [[Gaspard de Châtillon|Gaspard II de Coligny]], signore di Châtillon e con lui fu partecipe alla strage della notte di San Bartolomeo dalla quale il giovane conte riuscì a sfuggire. Il [[15 settembre]] [[1572]] giunse a Buchsweiler (odierna [[Bouxwiller]]), residenza dei suoi cugini, i conti di [[Hanau-Lichtenberg]].
 
Egli continuò quindi i propri studi presso l'Università di Basilea dove intraprese anche delle escursioni nella [[Svizzera]] interiore. Nel [[1573]] iniziò il suo soggiorno in [[Italia]] facendo tappa in molte località dell'Italia settentrionale per giungere poi all'[[Università di Padova]]. Da qui partì alla volta di [[Roma]] per poi ripartire per [[Vienna]] ove giunse nel [[1574]] sul viaggio di ritorno vverso casa. Questo programma educativo per un nobile dell'epoca era stato straordinariamente ricco e quantomai insolito.
153 698

contributi