Differenze tra le versioni di "Davide Ancilotto"

nessun oggetto della modifica
}}
 
==Gli iniziCarriera==
===Gli inizi===
Inizia a giocare a [[pallacanestro]] sin da giovane, sperimentando prima vari ruoli, per poi diventare guardia, nonostante i 201 centimetri di altezza, notevoli per una guardia in [[Europa]], diventando una dei giocatori più importanti in questo ruolo nel continente. Proprio la sua altezza lo rendeva un giocatore atipico per il suo ruolo, non bellissimo esteticamente, ma concreto.
 
===La serie A e la nazionale===
In serie A disputa 178 partite: le prime quattro stagioni a [[Caserta]] (1991-1995, tre in A1 e l'ultima in A2), poi alla Madigan [[Olimpia Basket Pistoia]] (1995-96), per approdare alla sua ultima squadra, la [[Virtus Roma]], nella stagione 1996-97 e con la quale colleziona 28 presenze. Nel 1996 stava per essere ceduto alla squadra spagnola del [[Badalona]] ma scelse di restare in [[Italia]] e giocare nella squadra della capitale.
 
Debutta nella [[nazionale italiana di pallacanestro|nazionale italiana]] il [[12 novembre]] [[1995]] contro la [[Finlandia]], a [[Helsinki]], indossandone la maglia per 18 volte e realizzando 102 punti.
 
===L'improvvisa scomparsa===
Durante una gara estiva amichevole, parte di un torneo quadrangolare di precampionato, disputata a [[Gubbio]], Ancilotto improvvisamente, si accascia al suolo, vittima di un [[aneurisma]] cerebrale. Il giocatore morirà all'ospedale "[[San Filippo Neri]]" di [[Roma]], dopo una settimana di agonia, la sera del [[24 agosto]] [[1997]].
 
43 010

contributi