Differenze tra le versioni di "Tristia"

1 byte aggiunto ,  10 anni fa
m
nessun oggetto della modifica
m
{{S|letteratura|Roma antica}}
'''Tristia''' (in [[lingua latina]]: ''Tristezza'') è un'opera poetica in cinque libri, per complessivi 50 componimenti elegiaci, scritta dal poeta latino [[Publio Ovidio Nasone|Ovidio]]. Descrive la penosa condizione in cui si trova in seguito alla condanna all'[[esilio]] nell'anno [[8|8 d.C.]]. Il metro è il [[distico elegiaco]], una [[metrica classica|metrica]] che ben si presta ad esprimere i lamenti del poeta, esiliato a [[Costanza (Romania)|Tomi]], località sulle coste del [[Mar Nero]].
Per il timore che i suoi amici venissero eventualmente compromessi, le elegie dei Tristia sono privi di destinatari.
L'opera genera un senso di monotonia per la ripetitività ossessiva dei temi, tutti scaturenti dalla situazione dell'esiliato.