Proton (lanciatore): differenze tra le versioni

m
(fix traslitterazione)
m (WikiCleaner 0.99 -)
La sua designazione formale è ''[[UR (missile)|UR-500]]'', ma è anche conosciuto come ''D-1''.
 
Il progetto del ''Proton'' era stato elaborato come un "super [[ICBM]]", ovvero un missile balistico intercontinentale capace di trasportare una [[testata nucleare]] di 10 o più [[Megatone|Megatoni]] a una distanza di 12.000 [[Chilometro|km]] (vedere [[GR-2]]). Le dimensioni del vettore, peraltro molto più grandi di quelle degli ICBM classici, non ne implicarono mai un uso militare, sfruttando l'ampia capacità per lanciare [[satellite artificiale|satelliti artificiali]] o [[sonda spaziale|sonde]] nello spazio.
 
Il ''Proton'' è il parto dell'ingegno dell'ufficio di design [[Vladimir Nikolajevič Čelomei|Vladimir Čelomei]], come riprogettazione del booster [[N1 (razzo)|N1]] di [[Sergej Pavlovič Korolëv]], con l'intento specifico di mandare una navicella [[Zond]] attorno alla [[Luna]] con due uomini a bordo. Con la chiusura del programma [[Saturn V]], il ''Proton'' divenne il più imponente sistema di lancio in orbita fino all'implementazione del [[Energia (razzo)|razzo Energia]], che avvenne nel [[1987]].
207 997

contributi