Differenze tra le versioni di "Protoplasma"

m
Annullate le modifiche di 94.161.148.157 (discussione), riportata alla versione precedente di SieBot
m (Annullate le modifiche di 94.161.148.157 (discussione), riportata alla versione precedente di SieBot)
 
L'etimo è stato coniato da [[Jan Evangelista Purkyně|Purkyne]] nel 1839 e in seguito, nel [[1844]], usato da [[Hugo von Mohl|Mohl]] per indicare una sostanza vivente attiva all'interno delle [[cellula|cellule]]. Il protoplasma era stato già descritto nel [[1774]] dall'abate [[Bonaventura Corti]]<ref>''Osservazioni microscopiche sulla Tremella e sulla circolazione del fluido in una pianta acquajuola dell'abate Bonaventura Corti professore di fisica nel collegio di Reggio'', in Lucca: appresso Giuseppe Rocchi, 1774.</ref>.
 
ciao
Il protoplasma è composto di una mistura di piccole molecole come [[Ione|ioni]], [[amminoacidi]], [[monosaccaridi]] e [[acqua]], e da [[macromolecole]] come [[acidi nucleici]], [[proteine]], [[lipidi]] e [[polisaccaridi]].
 
277 056

contributi