Differenze tra le versioni di "Giuliano Periccioli"

ortografico
(ortografico)
In [[Olanda]], rifugio della Regina di Boemia [[Elisabetta Stuart (1596–1662)|Elisabetta Stuart]], dopo la disastrosa avventura della [[Guerra dei Trent'anni]], Periccioli fu messo ad insegnare disegno alla figlia [[Luisa Maria del Palatinato|Luise Hollandine]], poi brava pittrice dilettante.
 
La maggiorpartemaggior parte dei suoi viaggi avvennero per la sua specialità di disegnare carte nautiche, per decenni utilizzate dalle flotte di tutti ipiù importanti regni marittimi, visitò e disegno varie parti dell'[[Impero Ottomano]], passò da [[Costantinopoli]] ad [[Alessandria d'Egitto]], da [[Malta]] alla [[Sicilia]].
 
{{quote|...fece il viaggio di Levante cioè Costantinopoli, Zante, Cefalonia, Candia e Rodi. Si trattenne in Alessandria d'Egitto, d'onde passò a Malta, e poscia in Sicilia, e Spagna...|Guglielmo Della Valle, ''Lettere senesi di un socio dell'Accademia di Fossano sopra le belle arti'', Vol. 3, 1786, p. 390}}