Pierre de Fermat: differenze tra le versioni

(agg. formali)
Fermat annotò la sua congettura sul margine di un volume dell'Arithmetica di Diofanto, con le seguenti parole:
{{quote|''È impossibile dividere un cubo in altri due cubi, una quarta potenza o in generale una potenza qualsiasi in due potenze dello stesso valore maggiore del secondo. Dispongo di una meravigliosa dimostrazione di questo teorema che non può essere contenuta nel margine troppo stretto della pagina}}''
La presunta dimostrazione del teorema non fu mai trovata, ma in compenso se ne trovòrinvenne una dello stesso Fermat per il caso particolare di n=4, con la quale inventò un nuovo tipo di dimostrazione, la [[discesa infinita]].
Oggi si ritiene che la dimostrazione digenerale che Fermat affermò di aver trovato fosse sbagliata. Eulero provò a dimostrare il teorema, ma riuscì solo nel caso particolare n=3. La dimostrazione completa arrivò, come già detto, solo nel 1994 da parte del matematico Andrew Wiles.
 
=== Ottica ===
In ottica è noto il [[principio di Fermat]] il quale afferma che: ''"Il percorso fra due punti preso da un raggio di [[luce]] è quello che è attraversato nel minor [[tempo]]"''. Questo principio è molto utile per spiegare vari fenomeni luminosi quali la [[riflessione]].
Utente anonimo