Differenze tra le versioni di "Pianura indo-gangetica"

template W
(Nuova pagina: La pianura indo-gangetica si estende al centro della penisola ed è stata formata da tre grandi fiumi: a ovest l’Indo, in gran parte nel territorio pakistano; a est il G...)
 
(template W)
{{W|Geografia|novembre 2010}}
La '''pianura indo-gangetica''' si estende al centro della penisola ed è stata formata da tre grandi fiumi: a ovest l’Indo, in gran parte nel territorio pakistano; a est il Gange e il Brahmaputra hanno creato l’immenso delta del Bengala sul confine con il Bangladesh. Di origine alluvionale, queste terre sono le più fertili e le più importanti perché ricoprono 700.000 kmq.
A sud si trova l’altopiano del Deccan di forma triangolare con altezza media di 600-700 metri. Dall’alterazione dei terreni originari derivano le terre nere. In questa zona prosperano le foreste tropicali sempreverdi composte da alberi molto alti. Nella parte orientale dell’altopiano e sul versante interno dei Ghati (colline sulle coste orientali; catena montuosa sulle coste occidentali) orientali prevalgono le foreste tropicali piene di tek e di sandalo. All’altezza del delta del Gange si incontrano numerose foreste sommerse.
L’area orientale della pianura indo-gangetica è caratterizzata dalla presenza dei monsoni, che soffiano sei mesi dal mare (sud-ovest) e scaricano abbondanti piogge sul versante occidentale del Deccan e fino alla catena himalayana; e sei mesi soffiano da terra (nord-est) e originano venti asciutti e freddi che soffiano in direzione sud.