Differenze tra le versioni di "Abû 'l-Aghlâb Ibrahim ibn Allah"

m
nessun oggetto della modifica
m
{{WipS|SdStoria}}
{{Bio
|Nome = Abû 'l-Aghlâb
|Nazionalità =
|Categorie = no
|FineIncipit = fu emiro di [[Palermo]] dall'[[835]] all'851<ref name="trapani">Informazioni tratte da www.trapaninostra.it [http://www.trapaninostra.it/libri/Alberto_Costantino/Gli_Arabi_in_Sicilia/Gli_Arabi_in_Sicilia.pdf pag. 28.]</ref>
|Immagine =
|Didascalia =
}}
 
Nipote di Ziyadat Allah, emiro [[Aghlabidi|aghlabide]] di [[Qayrawan| Qayrawān]], l'11 di settembre dell'835 partì dall'Africa per la [[Sicilia]] e dopo una battaglia navale contro i bizantini, si insediò al governo di Palermo.
 
==La politica==
Durante il suo emirato l'espansione araba continuò nella Sicilia orientale. Furono conquistate città come Messina (842-843), Butera nel 845, Ragusa, Modica (848).
Abû 'l-Aghlâb Ibrahim ibn Allah condusse una politica volta a modernizzare ed abbellire Palermo. Per la prima volta il governo della Sicilia venne affidato ad una persona che veniva dalle gerarchie militari, piuttosto che ad un politico.<ref name="trapani"/>
 
Durante il suo emirato l'espansione araba continuò nella Sicilia orientale. Furono conquistate città come [[Messina]] (842-843), [[Butera]] nel 845, [[Ragusa,]] e [[Modica]] (848).
 
==Note==
28 090

contributi