Differenze tra le versioni di "Giuseppe Galeotti"

link
m (Annullate le modifiche di 151.15.87.198 (discussione), riportata alla versione precedente di FrescoBot)
(link)
}}
 
Figlio del pittore [[Sebastiano Galeotti]], nacque a [[Firenze]] nel [[1708]], ed apprese i primi rudimenti della pittura (in particolare la tecnica dell’dell'[[affresco]]) nella bottega del padre.
 
Operò soprattutto a [[Genova]], dove dal [[1766]] al [[1770]] fu direttore della scuola di disegno all'[[Accademia ligustica di Belle Arti]], fondata nel [[1751]] da [[Giovanni Francesco Doria]].
 
Fu autore di numerose opere nelle chiese genovesi e del levante ligure. Suoi sono gli affreschi del [[presbiterio]] e del [[coro (architettura)|coro]] nella [[chiesa di San Francesco d'Albaro]] a Genova.
Suoi sono gli affreschi del presbiterio e del coro nella chiesa di [[Albaro|S. Francesco d’Albaro]] a Genova.
 
Nella [[Complesso di San Francesco alla Chiappetta|chiesa di San Francesco alla Chiappetta]] nel quartiere genovese di [[Bolzaneto]] è conservato un suo ''Miracolo di [[Sant'Antonio]]''; due tele raffiguranti [[San Pietro]] (''San Pietro in gloria'' e ''San Pietro liberato dal carcere'', ambedue datate [[1751]]) si trovano nella [[chiesa di San Pietro in Vincoli (Sestri Levante)|chiesa di San Pietro in Vincoli]] a [[Sestri Levante]].
 
==Bibliografia==
102 722

contributi