Differenze tra le versioni di "Tomba di Lorenzo de' Medici duca di Urbino"

m
m (→‎Architettura: wikilink)
m (WikiCleaner 0.99 -)
Michelangelo studiò un ambiente al tempo stesso organico e drammatico, con le tombe che non sono semplicemente addossate alle pareti, ma ne fanno direttamente parte, con un rapporto diretto e indissolubile tra le membrature architettoniche, il sarcofago e le statue.
 
Le spoglie del duca Lorenzo sono all'interno di una cassa marmorea, ispirata a una antica nel ''[[Pantheon (Roma)|Pantheon]]'' retta da due [[piedritti]] e sormontata da un [[arco di catenaria]] spezzato al centro e ornato da volute alle estremità. Ai lati esterni dei piedritti si trovano fregi decorativi con crani d'ariete, motivo dell'arte romana, medaglioni da cui sporgono corde (che ricordano il trasporto delle casse dei defunti), una conchiglia di [[Capasanta]], motivo cristiano che ricorda il pellegrinaggio dell'anima. Più in basso sullo [[zoccolo (architettura)|zoccolo]], sempre di lato, si trova un rilievo con una [[patera (archeologia)|patera]]. Sulle due prozioni dell'arco si trovano le personificazioni delle fasi della giornata, una maschile e una femminile, in questo caso il ''[[Crepuscolo (Michelangelo)|Crepuscolo]]'' e l<nowiki>'</nowiki>''[[Aurora (Michelangelo)|Aurora]]''.
 
La linea spezzata sopra il sarcofago è stata interpretata come un'apertura simbolica attraverso cui l'anima si distracca dal corpo e trova immagine nel [[Ritratto di Lorenzo de' Medici duca di Urbino|ritratto idealizzato di Lorenzo]], che si trova nella nicchia centrale del partito superiore. Se il registro inferiore è più semplice (composto da specchiature che fanno da sobrio sfondo alle statue), quello superiore, separato da un cornicione dentellato con un fregio di [[mascherone|mascheroni]], è più articolato.
Il [[ritratto di Lorenzo de' Medici duca di Urbino]] è in atteggiamento pensoso, secondo una precisa tipologia rinascimentale detta del "melanconico", dai risvolti [[alchimia|alchemici]]. La sua posizione è anche stata letta come un riferimento alla "[[vita contemplativa]]" della [[accademia neoplatonica|dottrina neoplatonica]].
 
Le due parti del giorno, ''[[Crepuscolo (Michelangelo)|Crepuscolo]]'' e ''[[Aurora (Michelangelo)|Aurora]]'', sono invece una riflessione sul trascorrere del tempo e sul destino umano: non a caso, i ritratti sia di Lorenzo che di Giuliano rivolgono il loro sguardo alla ''[[Madonna Medici (Michelangelo)|Madonna col Bambino]]'', fine e sollievo dell'umana sofferenza.
 
*''[[Ritratto di Lorenzo de' Medici duca di Urbino]]'' (1525 circa)
271 114

contributi