Differenze tra le versioni di "Protezione di rete"

m
nessun oggetto della modifica
m
Lo schema di protezione 1:1 è un caso particolare dello schema 1:n in cui c'è una sola linea principale e una sola linea di riserva in cui non è quindi necessario gestire le priorità. Anche in questo schema la linea di riserva è utilizzabile per trasportare dell'extra-traffico di bassa priorità in condizione di assenza di guasti sulla linea principale.
 
Lo schema di protezione m:n è una generalizzazione del caso 1:n in cui vi sono <math>n</math> linee principali ed <math>m</math> linee di riserva condivise<ref>{{cita|G.808.1|cap. 7.3|G.808.1}}</ref>. Anche in questo caso, se <math>m<n</math>, ossia se le linee di riserva sono in quantità inferiore rispetto alle linee principali, un eventuale conflitto di risorse viene risolto tramite asegnazioneassegnazione di priorità alle linee principali (le linee a priorità più elevata hanno la precedenza sulle altre).
 
Lo schema di protezione di tipo (1:1)<math>^n</math> è concepito essenzialmente per reti a [[commutazione di pacchetto]] e consiste nel prevedere <math>n</math> possibili linee di riserva che condividono la stessa banda per <math>n</math> linee principali<ref>{{cita|G.808.1|cap. 7.4|G.808.1}}</ref>. Nel caso di guasto di una delle linee principali, viene selezionata la linea di riserva che presenta le stesse caratteristiche di banda della linea guasta, rendendo al tempo stesso inoperanti le rimanenti <math>n-1</math> linee di riserva. Da un punto di vista macroscopico quindi questo schema presenta lo stesso comportamento di uno schema 1:n.