Flora (commedia): differenze tra le versioni

m
typo
m (typo)
''Atto II'' - Attilio confida al suo servo Lumaca di essere innamorato di Virginia, figlia di Simone e sorella di Ippolito. Giunge Agata che lo informa del desiderio di Flamminia di parlargli. Attilio si reca da Flamminia e le racconta dell'amore di Ippolito per Flora e di come Ippolito abbia detto a Scarabon che gli avrebbe consegnato 130 [[Scudo (moneta)#Scudo d.27oro|scudi]] entro quattro giorni in cambio della ragazza. Flamminia contratta con Scarabon e riesce a ridurre il prezzo a cento scudi.
 
''Atto IIIII'' - Simone e Geri si raccontano vicendevolmente i loro problemi familiari. Geri si lamenta della moglie Clemenza, ricca ma prepotente e invadente; Simone vorrebbe che la figlia Virginia si sposasse convenientemente. Dopo che Geri si è allontanato, giunge Tonchio il quale convince Simone sulla necessità e la convenienza di comprare una raccolta di codici greci per Ippolito. Ottiene 200 [[Ducato (moneta)|ducati veneziani]] che si affretta a consegnare a Ippolito.
 
== Edizioni a stampa ==
 
== Bibliografia ==
* [[Ugo Dettore]], «Flora». In : ''Dizionario Bompiani delle Opere e dei Personaggi, di tutti i tempi e di tutte le letterature'', Milano, RCS Libri SpA, 2006, Vol. IV, p. 3592, ISSN 1825-78870
 
== Altri progetti ==