Caterina d'Alençon: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
m (r2.7.1) (Bot: Aggiungo: de:Catherine d’Alençon)
Nessun oggetto della modifica
== Biografia ==
Era figlia del conte [[Pietro II d'Alençon]] e di Marie Chamaillart, viscontessa di [[Beaumont-au-Maine]].
 
Venne data in sposa nel [[1411]] al conte di [[Évreux]] [[Pietro di Navarra]] che la rese vedova dopo un anno. Dal matrimonio non nacquero figli.
 
Un anno dopo la morte di Pietro, Caterina fu promessa di nuovo in sposa a Luigi VII, duca di Baviera. Il matrimonio, tuttavia, venne rinviato in quanto lo sposo venne fatto prigioniero. Rilasciato, sposò Caterina nel [[1413]]. La dote della sposa comprendeva la contea di Mortain e il matrimonio creò alleanze tra la Francia e la Baviera.
 
Nel [[1415]] Luigi fu a capo dell'amsciata francese nel [[Concilio di Costanza]]. La contea di Mortain venne data da Luigi a [[Giovanni di Borgogna]], duca di Borgogna, per liberare sua moglie durante la [[Guerra civile tra Armagnacchi e Borgognoni]] nel [[1417]]; la donna era infatti stata fatta prigioniera da [[Bernardo VII d'Armagnac]].
 
Caterina perse tutti i suoi redditi dopo un'invasione di [[Enrico V d'Inghilterra]] che prese la contea di Mortain e occupò i loro territori in [[Normandia]]. In aiuto di Caterina venne l'accordo sigliato da Enrico V e il re di Francia, ossia il [[Trattato di Troyes]] che prevedeva a favore della contessa 2000 franchi all'anno a titolo di risarcimento per le sue perdite.
 
Nel [[1421]] Caterina andò in [[Inghilterra]] come dama di compagnia della regina [[Caterina di Valois]] e assistette alla nascita del principe [[Enrico VI d'Inghilterra]].
 
Luigi morì nel [[1447]] a [[Burghausen]]. Caterina morì invece nel [[1462]] e venne sepolta nell'Abbazia di Sainte-Geneviève accanto al primo marito.
 
 
== Bibliografia ==