Catodo: differenze tra le versioni

314 byte aggiunti ,  11 anni fa
nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
[[File:Copper cathode.png|thumb|200px|Schema di un catodo in [[rame]] in una [[pila (elettrotecnica)|pila]].]]
 
Nei [[Cella elettrochimica|sistemi elettrochimici]], il '''catodo''' (dal greco κάϑοδος, discesa<ref name=Treccani>[http://www.treccani.it/Portale/elements/categoriesItems.jsp?pathFile=/sites/default/BancaDati/Vocabolario_online/C/VIT_III_C_020559.xml Enciclopedia Treccani]</ref>) è l'[[elettrodo]] sul quale avviene una reazione di [[Riduzione (chimica)|riduzione]].<ref>http://www.chimica.unipd.it/plinio.dibernardo/pubblica/Note_di_Elettrochimica.pdf</ref>
* Nel caso di una [[pila (chimica)|pila]], la riduzione avviene spontaneamente e consuma elettroni, quindi il catodo è il polo positivo.<ref name=uniroma>http://www.uniroma2.it/didattica/Chimica-Medica/deposito/stechiometria5.pdf</ref>
* Nel caso di una [[elettrolisi|cella elettrolitica]], la riduzione viene forzata somministrando elettroni, quindi il catodo è il polo negativo.<ref name=uniroma/>
 
Nei dispositivi [[elettronica|elettronici]] il '''catodo''' è il polo negativo.
 
Tale termine fu coniato nel [[1834]] dal [[fisico]] [[Michael Faraday]].<ref name=Treccani/>
 
==Note==
99 860

contributi