Dallas Mavericks: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
La [[National Basketball Association 2005-2006|2005-2006]] inizia con la cessione di [[Michael Finley]] ai [[San Antonio Spurs]] e l'acquisto di [[DeSagana Diop]], [[Rawle Marshall]] e [[Josh Powell]] e del nuovo allenatore [[Avery Johnson]]. Dopo un lungo duello nella stagione regolare con i [[San Antonio Spurs]] per vincere la [[Southwest Division]], Dallas accede ai [[NBA Playoffs 2006|playoff]] con un record di 60-22 e sconfiggono nell'ordine i [[Memphis Grizzlies]] per 4-0, gli [[Spurs]] campioni in carica per 4-3 e i [[Phoenix Suns]] per 4-2 nelle finali della [[NBA Western Conference|Western Conference]], laureandosi per la prima volta campioni.<ref>{{cita web|url=http://sports.espn.go.com/nba/recap?gameId=260603021|titolo=Comeback win vaults Mavs into NBA Finals|editore=espn.com|data=3-6-2006|accesso=20-7-2010|lingua=en}}</ref> La vittoria in finale permette alla franchigia di disputare, per la prima volta della sua storia, le [[NBA Finals 2006|finali NBA]] contro i [[Miami Heat]] di [[Dwyane Wade]] e [[Shaquille O'Neal]]. Pur essendosi portati in vantaggio per 2-0 nella serie, in gara 3, con un vantaggio di 13 punti a sette minuti dal termine, si fanno rimontare concedendo a Miami una vittoria che sarà il prologo del 4-2 finale.<ref>{{cita web|url=http://www.usatoday.com/sports/basketball/games/2006-06-20-miami-dallas-game-6_x.htm|titolo=Heat beat Mavericks to win NBA title|editore=usatoday.com|data=21-6-2006|accesso=20-7-2010|lingua=en}}</ref> {{cn|Già dopo le prime due partite a [[Dallas]] era stata organizzata la parata per la vittoria del titolo, e solo sette giorni dopo, con la sconfitta in gara 5 al supplementare, molti tifosi texani incominciarono a vedere la propria squadra in difficoltà, l'ambiente intorno a Dallas si fece teso e il proprietario [[Mark Cuban]] venne multato per un totale di 250.000 [[dollaro|dollari]] per "parecchi atti di cattiva condotta", insieme a lui venne multato anche [[Dirk Nowitzki]] per 5.000 [[dollaro|dollari]], mentre [[Jerry Stackhouse]] fu sospeso per un fallo su [[Shaquille O'Neal]].}}
 
=== PeriodoIl periodo post-finals (2006-2010) ===
[[File:Jason Kidd mavs allison.jpg|right|thumb|200px|Jason Kidd nel 2009.]]
Nel [[National Basketball Association 2006-2007|2006-2007]] arrivano [[José Barea]], [[Anthony Johnson]], [[Austin Croshere]] e [[Greg Buckner]] e la stagione regolare si conclude con un record di 67-15, sesto assoluto nella storia dell'NBA con una striscia di 17 vittorie consecutive, che vale ai Mavericks il titolo della [[Southwest Division]] e a [[Dirk Nowitzki]] quello di [[Premio NBA miglior giocatore dell'anno|MVP]],<ref>{{cita web|url=http://www.nba.com/news/dirkmvp_2007.html|titolo=Dirk Nowitzki Wins 2006-07 MVP Award|editore=nba.com|data=15-5-2007|accesso=20-7-2010|lingua=en}}</ref> ma ai [[NBA Playoffs 2007|playoff]] Dallas testa di serie perde contro i [[Golden State Warriors]] al primo turno per 4-2,<ref>{{cita web|url=http://sports.espn.go.com/nba/recap?gameId=270503009|titolo=Jackson keys third-quarter run in Warriors' rout of Mavs|editore=espn.com|data=3-5-2010|accesso=20-7-2010|lingua=en}}</ref> risultato che ha confermato l'andamento negli incontri della stagione regolare in cui Dallas perse tutti e 3 gli incontri disputati contro la squadra californiana. L'anno [[National Basketball Association 2007-2008|successivo]] parte [[Devin Harris]] e torna [[Jason Kidd]],<ref>{{cita web|url=http://www.dallasnews.com/sharedcontent/dws/spt/stories/021808dnspokidddeal.1cc5937.html|titolo=Dallas Mavericks close on altered deal for Kidd|editore=dallasnews.com|data=18-2-2008|accesso=20-7-2010|lingua=en}}</ref> ma i Mavericks vengono eliminati per il secondo anno di fila al primo turno dei [[NBA Playoffs 2008|playoff]] dai [[New Orleans Hornets]] per 4-1. Nel [[National Basketball Association 2008-2009|2008-2009]] [[Rick Carlisle]] prende il posto in panchina di [[Avery Johnson]]<ref>{{cita web|url=http://www.dallasnews.com/sharedcontent/dws/spt/basketball/mavs/stories/050308dnspomavs.c4fc389e.html|titolo=Dallas Mavericks, Carlisle seem to like potential match|editore=dallasnews.com|data=3-5-2007|accesso=20-7-2010|lingua=en}}</ref> e il nuovo allenatore porta la squadra texana per il nono anno consecutivo sopra le 50 vittorie nella stagione regolare con cui si qualifica ai [[NBA Playoffs 2009|playoff]]; al primo turno superano i [[San Antonio Spurs]], vincendo la serie per 4-1, punteggio che si ripeterà in negativo contro i [[Denver Nuggets]]. Nel [[National Basketball Association 2009-2010|2009-2010]] i Mavericks vincono la [[Southwest Division]] con un record di 55-27 grazie agli innesti di [[Shawn Marion]], [[Tim Thomas (cestista)|Tim Thomas]], [[Drew Gooden]], [[Eduardo Nájera]], [[Caron Butler]], [[Brendan Haywood]] e [[Deshawn Stevenson]]. {{cn|Il [[24 gennaio]] [[2010]], battendo i [[New York Knicks]] per 128-78, fanno registrare la terza più larga vittoria nella storia della NBA e prima della franchigia.}} In quella stagione vengono eliminati al primo turno dei [[NBA Playoffs 2010|playoff]] dai [[San Antonio Spurs]] per 4-2. L'anno successivo, dopo aver perso la possibilità di arrivare a [[LeBron James]],<ref>{{cita web|url=http://bleacherreport.com/articles/400765-dynasty-in-dallas-lebron-to-the-mavs|titolo=Dynasty in Dallas: LeBron James To the Mavericks?|editore=bleacherreport.com|accesso=27-7-2010|lingua=en}}</ref> i Mavs riescono a trattenere Nowitzki e ingaggiare [[Tyson Chandler]], [[Brian Cardinal]], [[Ian Mahinmi]], [[Alexis Ajinça]], [[Aleksandar Pavlović]] e [[Steve Novak]].
 
=== Il ritorno nell'élite (2010-) ===
L'[[National Basketball Association 2010-2011|anno successivo]], dopo aver perso la possibilità di arrivare a [[LeBron James]],<ref>{{cita web|url=http://bleacherreport.com/articles/400765-dynasty-in-dallas-lebron-to-the-mavs|titolo=Dynasty in Dallas: LeBron James To the Mavericks?|editore=bleacherreport.com|accesso=27-7-2010|lingua=en}}</ref> i Mavs riescono a trattenere Nowitzki e ingaggiare [[Tyson Chandler]], [[Brian Cardinal]], [[Ian Mahinmi]], [[Alexis Ajinça]], [[Aleksandar Pavlović]] e [[Steve Novak]]. I texani partono bene con un 24-5, dimostrandi una pericolosa contendente al titolo.
 
== Arene di gioco ==
Utente anonimo