Plutarco di Atene: differenze tra le versioni

m
WPCleaner 0.99 - null - Materia, Ipostasi
(intellegibile -> intelligibile)
m (WPCleaner 0.99 - null - Materia, Ipostasi)
'''Plutarco di Atene''' (metà del [[IV secolo]] - [[431]] o [[432]]) fu un filosofo [[neoplatonismo|neoplatonico]], fondatore della scuola di [[Atene]], legata per mezzo di lui e per il tramite di [[Prisco (filosofo)|Prisco]] con quella [[siria]]ca. Ebbe tra i suoi discepoli [[Siriano di Atene]], che fu a sua volta maestro di [[Proclo]].
 
Plutarco di Atene operò un commento al ''[[Parmenide (dialogo)|Parmenide]]'' di [[Platone]], nel quale faceva corrispondere un livello di realtà o [[ipostasi (filosofia e teologia)|ipostasi]] ad ogni distinzione ideale del mondo intelligibile operata da Platone, sulla base della veridicità o meno delle conclusioni a cui ognuna di quelle distinzioni conduceva. Egli ritenne veri cinque piani della realtà:
#L'[[Uno (filosofia)|Uno]]-Uno
#L'[[Intelletto|Intelligenza]] o Uno-Molti
#L'[[Anima]] (l'Uno e Molti)
#Le [[molteplice|molte]] Forme materiali in relazione all'Uno
#La [[materia (filosofia)|materia]] (i molti)
 
== Bibliografia ==
207 997

contributi