Differenze tra le versioni di "Carcassonne (gioco)"

Annullata la modifica 38163953 di 217.133.87.182 (discussione) l'impaginazione è sulla base dell'articolo inglese
(Annullata la modifica 38163953 di 217.133.87.182 (discussione) l'impaginazione è sulla base dell'articolo inglese)
Il gioco consiste nel creare un paesaggio [[medioevo|medievale]] posizionando e accostando tra loro vari tipi di tessere, che rappresentano una parte di città, un tratto di strada, un campo, o altre tipologie di paesaggio, a seconda della versione del gioco o delle espansioni disponibili. Completando quindi più città, strade, fiumi, etc. attraverso tali tessere, i giocatori accumuleranno i punti necessari a vincere la partita.
 
==Descrizione==
 
'''Si gioca in 2-5 giocatori (6 con lel'espansione "Locande e espansionicattedrali"). Il tabellone, costituito di tessere quadrate, rappresenta un paesaggio medioevale e viene costruito dai giocatori stessi un pezzo alla volta. All'inizio del gioco, una singola tessera è posizionata sul tavolo, scoperta; le altre tessere (71 nella versione base del gioco) sono posizionate coperte e mischiate. Ciascuna di tali tessere rappresenta un frammento di paesaggio, e può contenere uno o più dei seguenti elementi:
[[Image:CarcassonneTiles.svg|left|thumb|300px|Rappresentazione delle tessere della scatola base, più quelle della mini espansione "Il fiume"]]
*tratti di strada, inclusi incroci e curve
*aree cittadine racchiuse da mura
A turno, i giocatori estraggono una tessera coperta dal mucchio e la posizionano scoperta sul tavolo, in contatto con le tessere già piazzate attraverso uno o più lati (non di spigolo). La nuova tessera deve essere posizionata in modo coerente con le altre, in modo da proseguire eventuali strade, campi, o mura già presenti.
 
[[Immagine:Carcassonne Miples.jpg|thumb|right|Seguaci (detti anche Meeples)]]
Dopo aver posizionato la tessera, il giocatore può decidere di piazzare una pedina detta ''seguace'' su di essa (solo sulla nuova tessera). Il seguace reclama la proprietà di un elemento di terreno (una strada, un campo, una città o un monastero) e non può essere piazzato su un elemento già reclamato da un altro seguace. Ciononostante, è ''possibile'' che un elemento (strada, città o campo ma non il monastero) sia reclamato da due o più seguaci, se tratti inizialmente separati (e sui quali siano stati piazzati dei seguaci) vengono uniti successivamente. Il seguace assume un ruolo diverso in funzione dell'elemento su cui viene collocato: "ladro" sulla strada, "cavaliere" sulla città, "monaco" sul monastero, "contadino" sul campo.
 
Il gioco termina con il piazzamento dell'ultima tessera; vince il giocatore che ha totalizzato più punti.
 
===Calcolo del punteggio===
Esistono tre versioni di ''Carcassonne'', che differiscono soltanto di poco per quanto riguarda il calcolo dei punti. Le regole della prima edizione sono incluse nella versione inglese di ''Carcassonne'', mentre quelle della terza edizione sono incluse in quella tedesca. Non vi sono piani in merito all'introduzione delle regole della terza edizione nella versione inglese per ragioni di collaudo.
 
Le strade complete e quelle incomplete attribuiscono lo stesso numero di punti: uno per ogni tessera che compone la strada. Analogamente, i monasteri forniscono un punto per ognuna delle tessere adiacenti, oltre a quella del monastero stesso, fino ad un massimo di 9 punti. Nella prima e nella seconda edizione del gioco, le città "chiuse" composte da solo 2 tessere realizzano 2 punti, mentre le città chiuse più grandi realizzano un punteggio doppio rispetto al numero delle tessere. Questa regola è stata omessa nella terza edizione, dove anche le città di 2 tessere realizzano 2 punti per tessera (4 in totale). In tutte le versioni, gli scudi forniscono un punto aggiuntivo, che viene raddoppiato se la città è chiusa. Le città incomplete al termine della partita, realizzano un punto per tessera e uno per scudo. L'edizione importata in Italia comprendente l'espansione ''Il fiume'' è la seconda, ma niente impedisce di giocare secondo le regole della terza.
 
:{| class="wikitable"
|-
!style="background: #efefef" width="10%"|Elemento
!style="background: #efefef" width="45%" colspan="3"|Al completamento
!style="background: #efefef" width="45%"|Al termine della partita
|-
|rowspan="3" | Città
|style="background: #efefef"|Edizione
|style="background: #efefef"|Due tessere
|style="background: #efefef"|Più tessere
|rowspan="3" | 1 punto per tessera + 1 punto per scudo
|-
|1ª e 2ª
|1 punto per tessera + 1 punto per scudo
|2 punti per tessera + 2 punti per scudo
|-
|3ª
|colspan="2"|2 punti per tessera + 2 punti per scudo
|-
|Strada
|colspan="4"|1 punto per tessera
|-
|Monastero
|colspan="4"|1 punto + 1 punto per ognuna delle otto tessere adiacenti possibili.
|-
|Campo
|colspan="3"|''Non conteggiato.''
|3 punti per ogni città completa confinante col campo.
|-
|}
 
I punti relativi ai campi costituiscono la principale differenza fra le tre edizioni di ''Carcassonne''. I campi vengono conteggiati soltanto al termine della partita e i punti che realizzano dipendono dalle città ''completate'' raggiunte dai campi. Nella prima edizione, i giocatori con il maggior numero di seguaci adiacenti a una città ricevono quattro punti. Di conseguenza, seguaci appartenenti a campi diversi possono contribuire ai punti dati da una città e quelli su di un unico campo ai punti dati da varie città. La seconda edizione considera ogni singolo campo separatamente: per ogni campo, il giocatore col maggior numero di seguaci su di esso totalizza tre punti per ogni città adiacente e ogni città verrà contata una sola volta in totale. La terza edizione semplifica ulteriormente questa questione, permettendo di contare più volte la stessa città, e pertanto rende il conteggio dei punti dei campi ancor più simile a quello degli altri elementi.
197

contributi