Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
{{s|medicina|biochimica}}
 
L<nowiki>'</nowiki>'''iperomocisteinemia''' è una concentrazione elevata nel sangue elevata dell' [[omocisteina]], un [[amminoacido]] derivato dalla [[cisteina]], e che svolge il ruolo di [[metabolita]] intermedio nella trasformazione di quest'ultima in [[metionina]] e viceversa.
 
== Cause ==
*esposizione cronica all'inquinamento atmosferico, specialmente al particolato
*La mutazione MTHFR (metilentetraidrofolato-reduttasi) che ostacola il processo di trasformazione e causa un aumento di omocisteina. Si tratta di una mutazione piuttosto frequente (frequenza allelica intorno allo 0.5 nella popolazione italiana) <ref>http://www.asl2.liguria.it/pdf/Labinforma_8_06.pdf </ref> e interessa il gene C677T.
*VarieIn malattiepresenza possonodi varie malattie asi voltepuò dareregistrare iperomocisteinemia, in particolare in caso di[[ipotiroidismo]], [[psoriasi]], [[lupus eritematoso sistemico]], [[artrite reumatoide]]. Anche durante trattamenti farmacologici con [[metotrexate]], [[carbamazepina]], [[fenitoina]] ed [[isoniazide]] inibitori delle COX-2 è possibile l'aumento didei livelli ematici di omocisteina.
 
== Rischi ==
*ritardo o diminuzione dell'intelligenza nei bambini in età scolare
*malformazioni fetali ([[spina bifida]])
Alcuni studi la associano anche ad [[osteoporosi]], [[diabete]] <ref>http://www.prevenzione-cardiovascolare.it/archivio/archivio_text.php?cat_id=358&pos=5</ref> e a numerosi problemi correlati alla gravidanza <ref> http://www.theramex.it/thol/pages/canali/gravidanza/folati/gravPat.jsp </ref>, dall'aumento della [[sindrome di Down]] all'aumento dei casi di aborto spontaneo. In quest'ambito si concentrano tuttavia forti contestazioni e vari risultati contradditori <ref>http://www.rostigin.com/SchedaArticolo.aspx?ID=9></ref>.
 
Per i rischi legati alla malattia coronarica, tromboembolia e ictus sono stati presentati vari studi che ai più paiono del tutto convincenti, tuttavia non mancano anche qui (come del resto per molti fattori di rischio legati all'[[aterosclerosi]] e alle malattie ischemiche) perplessità e contestazioni. Queste riguardano sia la pericolosità dell'aumento dell'omocisteina in sé, quanto l'efficacia del suo abbassamento mediante la comune terapia: ad esempio, uno studio <ref>(Ray JG et al, Annals 2007;early release) </ref> mostrerebbe che la terapia e l'abbassamento dell'omocisteina non porterebbe comunque ad una diminuzione del rischio di tromboembolia sintomatica profonda.
{{vedi anche|acido folico}}
I livelli di omocisteina vengono ridotti principalmente mediante l'assunzione di [[acido folico]]. Quasi sempre a questa prescrizione si aggiungono [[vitamine]] del gruppo B (B6, B12), che sono comunque di minore impatto terapeutico.
Per le forme di minore importanza (o borderborderline) si può tentare una cura semplicemente con una [[dieta]] molto ricca di [[verdura]] cruda.
 
L'acido folico è contenuto in questi alimenti, ma è una sostanza piuttosto deperibile, infatti, si degrada facilmente con la cottura, alla luce, alla presenza di alcuni conservanti, alcon il congelamento, ecc; quindi si consiglia il consumo di verdura fresca cruda e conservata lontana dalla luce, non congelata, ecc.
 
==Note==
1 871

contributi