Apri il menu principale

Modifiche

Nessun cambiamento nella dimensione, 8 anni fa
nessun oggetto della modifica
}}
 
I '''forusracidi''' ('''Phorusrhacidae'''), noti volgarmente come "''Uccelli del terrore''" ([[lingua inglese|ing.]] "''terror birds''") per la loro efficienza nella caccia, sono una [[Famiglia (tassonomia)|famiglia]] estinta di grandi [[uccelli]] [[Carnivoro|carnivori]] non volatori, diventati i [[Predazione|predatori]] dominanti in [[America meridionale]] nel corso del [[Cenozoico]], tra 62 e 2 milioni di anni fa assieme ai [[mammiferi]] [[marsupiali]] ed ai [[coccodrilli]], dopo l'estinzione dei [[dinosauri]]. Dopo il collegamento tra il Sud ed il Nord America, alcuni di questi uccelli migrarono nel nuovo continente, con l'obbiettivo di espandere il proprio territorio. In precedenza non aveva rivali, anche perché erano gli unici super predatori del Sud America, ma nel nuovo continente entrarono in competizione con le tigri dai denti a sciabola e i lupi, i super predatori del Nord America. Con le tigri, gli uccelli del terrore, non avevano grossi problemi, perché essendo alti due metri, incutevano timore all'avversario, ma sopratutto grazie al suo poderoso becco, riuscivano a scacciarle senza difficoltà. Ma la vera difficoltà fu la competizione con i lupi. L'uccello del terrore era un predatore straordinario, munito di artigli, becco poderoso, vista acuta, olfatto affinato e corsa molto veloce ma aveva dopotutto un punto debole: era solitario, al contrario dei lupi. I paleontologi pensano che fù proprio questa la causa della sua estinzione. in passato si pensava che furono i [[canidi]] e i [[felidi]] a scendere, ma con le nuove scoperte si è "fatta" luce sull'accaduto. Ma ancora oggi non siamo del tutto certi sul motivo che portò all'estinzione questi uccelli. che entrando in competizione con i forusracidi, portarono all'estinzione gli "''uccelli del terrore''" <ref>"Gli uccelli del terrore del Sud America", di Larry G.Marshall, pubbl. su "Le Scienze (Scientific American)", num308, aprile 1994, pag.76-82</ref> I parenti attuali più prossimi sono i [[seriema]] del Sudamerica.<ref>{{cita web|url=http://hoopermuseum.earthsci.carleton.ca/flightless/phorus.htm|titolo=Phorusrhacoid|accesso=19-01-2009}}</ref>
 
==Distribuzione geografica==
101

contributi