Apri il menu principale

Modifiche

Nessun cambiamento nella dimensione, 8 anni fa
nessun oggetto della modifica
}}
 
I '''forusracidi''' ('''Phorusrhacidae'''), noti volgarmente come "''Uccelli del terrore''" ([[lingua inglese|ing.]] "''terror birds''") per la loro efficienza nella caccia, sono una [[Famiglia (tassonomia)|famiglia]] estinta di grandi [[uccelli]] [[Carnivoro|carnivori]] non volatori, diventati i [[Predazione|predatori]] dominanti in [[America meridionale]] nel corso del [[Cenozoico]], tra 62 e 2 milioni di anni fa assieme ai [[mammiferi]] [[marsupiali]] ed ai [[coccodrilli]], dopo l'estinzione dei [[dinosauri]]. Dopo il collegamento tra il Sud ed il Nord America, alcuni di questi uccelli migrarono nel nuovo continente, con l'obbiettivoobiettivo di espandere il proprio territorio. In precedenza non avevaavevano rivali, anche perché erano gli unici super predatori del Sud America, ma nel nuovo continente entrarono in competizione con le tigri dai denti a sciabola e i lupi, i super predatori del Nord America. Con le tigri, gli uccelli del terrore, non avevano grossi problemi, perché essendo alti due metri, incutevano timore all'avversario, ma sopratutto grazie al suo poderoso becco, riuscivano a scacciarle senza difficoltà. Ma la vera difficoltà fu la competizione con i lupi. L'uccello del terrore era un predatore straordinario, munito di artigli, becco poderoso, vista acuta, olfatto affinato e corsa molto veloce ma aveva dopotutto un punto debole: era solitario, al contrario dei lupi. I paleontologi pensano che fù proprio questa la causa della sua estinzione. in passato si pensava che furono i [[canidi]] e i [[felidi]] a scendere, ma con le nuove scoperte si è "fatta" luce sull'accaduto. Ma ancora oggi non siamo del tutto certi sul motivo che portò all'estinzione questi uccelli. I parenti attuali più prossimi sono i [[seriema]] del Sudamerica.<ref>{{cita web|url=http://hoopermuseum.earthsci.carleton.ca/flightless/phorus.htm|titolo=Phorusrhacoid|accesso=19-01-2009}}</ref>
 
Gli uccelli del terrore, alti due metri, incutevano timore alle tigri e grazie al loro poderoso becco riuscivano a scacciarle senza difficoltà. Ma la vera difficoltà fu la competizione con i lupi. Muniti di vista acuta, olfatto affinato e corsa molto veloce, gli uccelli del terrore avevano un punto debole: erano solitari, al contrario dei lupi. I paleontologi pensano che fu proprio questa la causa della loro estinzione, ma ancora oggi non siamo del tutto certi. I parenti attuali più prossimi sono i [[seriema]] del Sudamerica.<ref>{{cita web|url=http://hoopermuseum.earthsci.carleton.ca/flightless/phorus.htm|titolo=Phorusrhacoid|accesso=19-01-2009}}</ref>
 
==Distribuzione geografica==
 
==Morfologia==
L'altezza di questi uccelli variava dal metro ai tre metri. Una specie recentemente scoperta, ''[[Kelenken|Kelenken guillermoi]]'' risalente al [[Miocene]] medio (15 milioni di anni fa), scoperto nel sud della [[Patagonia]] nel [[2006]], rappresenta il più grande [[cranio]] di volatile mai scoperto. È statostata descritta una lunghezza di 71 [[centimetro|cm]], con un becco di 46 cm ricurvo come il rostro di un'[[Aquila (genere)|Aquila]]. Si pensa che fosse facilmente in grado di cacciare mammiferi di taglia media. Molte delle specie descritte come Phorusrhacidae erano più piccole, tra 0,6 e 0,9 metri di altezza, ma il nuovo fossile appartiene ad un uccello che probabilmente raggiungeva i tre metri di altezza. Anche se non vi è sicurezza, si crede che i più grandi uccelli del terrore fossero estremamente agili e abili corridori, in grado di raggiungere velocità di 48 [[chilometro orario|km/h]].<ref>{{Cita news|lingua=en|autore=Stefan Anitei|url=http://news.softpedia.com/news/The-Largest-Terror-Bird-38936.shtml|titolo=The Largest Terror Bird - It had the largest bird skull|pubblicazione=softpedia.com|giorno=30|mese=10|anno=2006|accesso=19-01-2009}}</ref><ref>{{Cita news|lingua=en|autore=Roger Highfield|url=http://www.telegraph.co.uk/news/main.jhtml?xml=/news/2006/10/26/wfossil26.xml|titolo=Hang on to your dog: meet the vicious 10ft terror bird|pubblicazione=telegraph.co.uk|giorno=27|mese=10|anno=2006|accesso=19-01-2009}}</ref><ref>{{Cita news|lingua=en|autore=Christopher Joyce|url=http://www.npr.org/templates/story/story.php?storyId=6381194|titolo=Huge 'Terror Bird' Fossil Discovered in Patagonia|pubblicazione=npr.org|giorno=27|mese=10|anno=2006|accesso=19-01-2009}}</ref>
 
{{citazione necessaria|Le ali di questi terrificanti animali si erano evolute, almeno in alcune specie, in strutture simili a ganci da macellaio, che potevano essere utilizzati come vere e proprie braccia per afferrare e abbattere le prede}}.
10 735

contributi