Differenze tra le versioni di "Radiazione Terahertz"

aggiunte
(espansione)
(aggiunte)
La radiazione Terahertz non è [[radiazioni ionizzanti|ionizzante]] e condivide, con le microonde, la capacità di attraversare una quantità di materiali che non conducono elettricità. La radiazione può attraversare i vestiti, la carta, il cartone, il legno, il cemento, la plastica e la ceramica. Non può attraversare l'acqua e i metalli. <ref>[http://cerncourier.com/cws/article/cern/28777 JLab crea luce terahertz ad alta potenza].</ref>
 
==Emissione==
La radiazione Terahertz viene emessa come parte della razione dei [[corpo nero|corpi neri]], da qualunque cosa che abbia una temperatura superiore ai 10 gradi [[kelvin]], o -263 gradi [[celsius]]. Questa emissione terminca è molto debole ma le osservazioni effettuate su queste frequenze sono importanti per conoscere la polvere fredda (intorno ai 10-20 kelvin) nel mezzo interstellare della [[Via Lattea]] e in [[galassia starburst|galassie starburst]].
Tra i telescopi che operano in queste bande vi sono il [[James Clerk Maxwell Telescope]], il [[Caltech Submillimeter Observatory]] e il [[Submillimeter Array]] presso l'osservatorio di [[Mauna Kea]] nelle [[Hawaii]]. L'opacità dell'atmosfera terrestre a queste radiazioni submillimetriche richiede che gli osservatori siano situati a grandi altitudini o nello spazio.
 
Nella metà del 2007, degli scienziati negli Stati Uniti, con la collaborazione di Turchia e Giappone, hanno annunciato la creazione di un dispositivo compatto che può condurre a fonti caricate a batteria che producono raggi T. Il gruppo era capeggiato da Ulrich Welp della Divisione di Scienza Materiale del laboratorio di Argonne.<ref>Science News: [http://www.sciencedaily.com/releases/2007/11/071126121732.htm New T-ray Source Could Improve Airport Security, Cancer Detection], ScienceDaily (Nov. 27, 2007).</ref> Questa fonte di raggi T usa cristalli superconduttori ad alta temperatura, costruiti all'Università di Tsukuba, in Giappone. Questi cristalli esibiscono l'[[effetto Josephson]], con correnti alternate che producono campi elettromagnetici la cui frequenza è regolata dal voltaggio applicato. Anche un piccolo voltaggio, sui 2 millivolt per giunzione, può causare l'emissione di frequenze nel campo terahertz, secondo Welp.
 
Nel 2008, degli ingegneri all'[[università di Harvard]] hanno annunciato di aver costruito un semiconduttore che fornisce onde Terahertz coerenti. Fino a quel periodo le fonti richiedevano un raffreddamento criogenico.<ref>[http://www.physorg.com/news130385859.html Degli ingegneri dimostrano il primo semiconduttore fonte di radiazione Terahertz coerente], Physorg.com. maggio 2008</ref>
7 760

contributi