Differenze tra le versioni di "Gibson Flying V"

m
Disambigua Explorer
m (r2.7.1) (Bot: Aggiungo: sk:Gibson Flying V)
m (Disambigua Explorer)
 
==Origini==
[[Gibson]] produsse i primi prototipi della chitarra nel 1957, iniziandone la produzione in serie l'anno successivo. Le Flying V del 1958 avevano il corpo in [[Korina]] (legno africano altrimenti conosciuto come Limba), con proprietà sonore assimilabili a quelle del mogano ma più leggero e di colore più chiaro. La Flying V, insieme alla Futura (oggi [[Gibson Explorer|Explorer]]) e alla Moderne, andava a formare una linea di chitarre dalla linea futuristica, disegnate dall'allora presidente di Gibson [[Ted McCarty]] nell'intenzione di rinnovare l'immagine del marchio. Si trattò tuttavia di un clamoroso insuccesso di vendite, che portò nel 1959 alla cessazione della produzione.
Nel 1963 furono immessi sul mercato alcuni esemplari assemblati con le rimanenze della produzione, caratterizzati dall'hardware nickelato anziché dorato. Queste chitarre presentavano alcune differenze significative rispetto alle V del '58: per il corpo l'essenza prescelta fu il [[mogano]], come per la grande maggioranza delle solidbody Gibson, mentre venne modificato e arrotondato il profilo posteriore dello strumento per garantire un maggior confort e leggerezza.
I celebri chitarristi blues [[Lonnie Mack]] (che fece installare sulla sua V un voluminoso vibrato Bigsby) e [[Albert King]] cominciarono immediatamente a esibirsi imbracciando le nuove Flying V. Qualche anno più tardi, nella seconda metà degli anni '60, chitarristi come [[Dave Davies]] e soprattutto [[Jimi Hendrix]], in cerca di un modello dal look originale e distintivo, cominciarono a usare alcune Flying V. Questo rinnovato interesse generò una domanda crescente da parte del pubblico, che portò Gibson a rimettere in catalogo questa linea di chitarre.
10 748

contributi