Apri il menu principale

Modifiche

Wikipedia:Bot/Richieste/Errori comuni, refusi, ecc., replaced: piu → più (2), typos fixed: 1° → 1º using AWB
Durante l'inverno [[1942]]-[[1943]], le divisioni corazzate tedesche, richiamate anche da altri fronti, combatterono continuamente per fermare l'avanzata generale sovietica, riuscendo, nel [[marzo]] [[1943]] a stabilizzare la situazione a [[Terza battaglia di Char'kov|Char'kov]], ma ormai la guerra stava evolvendo a sfavore della Germania. La Panzerwaffe perse cinque divisioni corazzate in [[Russia]] e altre tre in [[Nord Africa]] (dove le forze anglosassoni avevano ottenuto una netta superiorità) entro la primavera del 1943.
 
Dopo queste sconfitte le Panzerdivisionen della Wehrmacht e delle Waffen-SS, ancora aumentate numericamente e rafforzate con i nuovi carri medi [[Panzer V Panther|Panther]], furono sempre più costrette sulla difensiva su tutti i fronti e dovettero spesso essere dirottate da un settore critico all'altro per frenare o rallentare le continue offensive nemiche. Dopo l'ultima deludente offensiva sul fronte orientale ([[battaglia di Kursk]]), le divisioni corazzate all'est, dove rimasero in grande maggioranza per tutta la guerra, continuarono a combattere con abilità e coraggio, contraccando localmente (a [[Quarta battaglia di Char'kov|Bogodukhov]], [[Controffensiva di Žitomir|Žitomir]], [[Kryvyj Rih|Krivoj Rog]], [[battaglia di Korsun-Sevcenkovskij|Čerkasy]]) per contrastare le sempre piupiù potenti forze sovietiche e guadagnare tempo.
[[File:Bundesarchiv Bild 146-1976-124-12A, Russland, Infanterie und Panzer im Kampf.jpg|thumb|left|Panther e granatieri tedeschi in azione durante le battaglie finali sul fronte est.]]
In [[Italia]] e in [[Normandia]] i reparti corazzati tedeschi tentarono invano di evitare l'invasione alleata del continente. Nell'estate [[1944]] le Panzerdivisionen subirono perdite durissime sia a est ([[operazione Bagration]]) che in [[sbarco in Normandia|Normandia]], ma in [[agosto]] e [[settembre]] furono in grado ancora di contrattaccare in [[Polonia]], nel [[Paesi Baltici|Baltico]] e in [[Ungheria]], mentre all'ovest in [[dicembre]] Hitler sferrò un'ultima [[Offensiva delle Ardenne|grande offensiva di sorpresa nelle Ardenne]] con nove Panzerdivisionen che per un momento mise in difficoltà le forze anglo-americane.
 
=== Personalità di rilievo ===
[[File:Bundesarchiv Bild 146-1976-096-08, Heinrich Eberbach.jpg|thumb|right|120px|Il colonnello Heinrich Eberbach, distintosi in numerose battaglie su tutti i fronti europei.]]
* [[Heinz Guderian]] - abile generale, innovatore e massimo teorico delle divisioni corazzate tedesche, organizzate e usate in combattimento secondo le sue teorie;
* [[Erich von Manstein]] - tra i migliori generali della Wehrmacht, esperto di campagne manovrate con mezzi corazzati
* [[Erwin Rommel]] - comandante della [[7. Panzer-Division (Wehrmacht)|7. Panzer-Division]] e artefice delle più grandi vittorie italo-tedesche nella [[campagna del Nord Africa]]
* [[Hermann Hoth]] - Esperto e tenace generle delle truppe corazzate, in combattimento incessantemente dal 1939 al 1943
* [[Georg-Hans Reinhardt]] - Comandante della [[4. Panzer-Division (Wehrmacht)|4. Panzer-Division]] in [[Polonia]] e del 41°º ''Panzerkorps'' in Francia e in Russia, tra i maggiori esperti di guerra con mezzi corazzati. Alla fine della guerra era [[generale d'armata|''generaloberst'']]
* [[Erich Hoepner|Ericn Höppner]] - Protagonista, alla testa di reparti corazzati, in Polonia, in Francia e in Russia, venne destituito da [[Adolf Hitler|Hitler]] dopo il fallimento della [[battaglia di Mosca]]
* [[Hans Valentin Hube|Hans Hube]] - energico generale delle truppe corazzate, guidò la 16. Panzer-Division fino a Stalingrado. Sfuggito dalle sacche di Stalingrado e di Kamenetzk-Podolsk, morì in un incidente aereo nell'[[aprile]] [[1944]]
* [[Franz Staudegger]] - carrista della 1. SS-Panzer-Division "Leibstandarte SS Adolf Hitler", a Kursk rivendicò la distruzione di 22 carri sovietici in un solo giorno
* [[Ernst Barkmann]] - carrista delle Waffen-SS, distintosi in numerose battaglie in Normandia e nelle Ardenne
* [[Franz Bäke]] - ufficiale comandante di reparti corazzati sul fronte orientale, abile tattico ed valoroso combattente, principalmente nei quadri della 6. Panzer-Division
* [[Karl Brommann]] - carrista dello ''[[Schwere SS-Panzerabteilung 103]]'', distrusse 66 carri nemici con 44 proiettili e altri 15 veicoli nell'[[Offensiva della Pomerania orientale|assedio di Danzica]]
* [[Karl Körner]] - carrista dello ''[[Schwere SS-Panzerabteilung 103|schwere SS-Panzer-Abteilung 503]]'' che distrusse 102 carri sovietici
* [[Heinz von Westernhagen]] - comandante dello ''[[Schwere SS-Panzerabteilung 101]]''
* [[Kurt Knispel]] - carrista di Panzer IV con la [[12. Panzer-Division (Wehrmacht)|12. Panzer-Division]] poi carri pesanti Tiger, rivendicò la distruzione durante la guerra di 168 carri nemici sul fronte orientale (il numero piupiù alto in assoluto); rimase ucciso negli ultimi giorni di combattimenti
 
== Bundeswehr ==
 
{{portale|Guerra|Seconda guerra mondiale}}
 
[[Categoria:Unità meccanizzate della Wehrmacht]]