Parete batterica: differenze tra le versioni

m
nessun oggetto della modifica
mNessun oggetto della modifica
Le catene in questione sono:
 
*'''catene glicaniche''': sono costituite da monomeri di [[N-acetilglucosamina]] (NAG) e [[acido N-acetilmuramico]] (NAM), uniti fra loro da [[Legame glicosidico|legami glicosidici β(1-4)]]. Questi monomeri sono sempre alternati (non si trovano mai due NAM o due NAG consecutivi) a formare dei dimeri che sono la costituente base delle catene glicaniche. NAM e NAG differiscono solo per la presenza, nell'acido muramico, di un residuo lattilico a livello del C3; questo residuo è molto importante in quanto fornisce un ''sito di aggancio'' per le catene peptidiche.
 
*'''catene peptidiche''': alle catene glicaniche, tramite il residuo lattilico dell'acido muramico, è legato quello che viene definito ''tetrapeptide'', in quanto catene costituite da 4 aminoacidi, che si legano al gruppo COOH del'acido muramico tramite [[legame peptidico]]. Queste catene sono fondamentali per la formazione dei '''legami crociati''': ogni catena glicanica è legata ad altre catene glicaniche parallele, tramite legami che si instaurano fra i tetrapeptidi delle due catene. Nel caso dei batteri <math>Gram^+</math> le catene peptidiche non formano legami diretti fra loro, ma sono unite tramite un ponte di pentaglicina, legato al terzo aminoacido di una e al quarto dell'altra. Da notare che, malgrado possano esserci delle variazioni a livello della composizione della catena tetrapeptidica, il terzo aminoacido, solitamente una L-Lys, deve essere un aminoacido bibasico, ovvero avere due gruppi aminici, uno per il legame con l'aminoacido precedente e uno per il legame con il ponte di pentaglicina. Da notare che solitamente il tetrapeptide è composto da L e D aminoacidi che si alternano.
74

contributi