FTX Arena: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Approvato con un apposito referendum nel [[1996]], l'[[American Airlines]] nel [[1999]] si aggiudicò la sponsorizzazione e l'intitolazione dello stadio per 20 anni, spendendo 42 milioni di dollari.<ref>{{cita web|url=http://www.mediabuyerplanner.com/topic/financial/|titolo=Costo dell'arena|editore=Mediabuyerplanner.com|lingua=en}}</ref> La costruzione, progettata dall'''Arquitectonica & Heinlein Schrock Stearns'', è costata 175 milioni [[dollaro statunitense|dollari]]. Come parte dell'accordo di sponsorizzazione, l'[[American Airlines]] aveva un aereo gigante dipinto sulla parte superiore del tetto dell'arena, con il logo nel centro. Il design è visibile dagli aerei che decollano e atterrano all'[[Aeroporto Internazionale di Miami]].
 
Nel [[novembre]] [[1998]] i lavori di costruzione furono ritardati a causa di un incendio. Il [[31 dicembre]] [[1999]] l'AmericanAirlines Arena venne inaugurato con un concerto di [[Gloria Estefan]]. Due giorni dopo, il [[2 gennaio]] [[2000]], i [[Miami Heat]] disputarono la sua prima partita nel nuovo stadio vincendo contro gli [[Orlando Magic]] per 111-103, la più alta media di spettatori a partita fatta registrare è stata di 19.954 nel [[National Basketball Association 2005-2006|2005-2006]]. Anche le [[Miami Sol]], fondate in quell'anno, iniziarono a giocare nell'AmericanAirlines Arena ma smisero nel [[2002]], in seguito allo scioglimento del club per problemi finanziari. L'AmericanAirlines Arena e l'[[American Airlines Center]], hanno ospitato le [[NBA Finals 2006]], in cui i Miami Heat hanno giocato contro i [[Dallas Mavericks]]; per questo motivo, la serie è stata soprannominata come la ''AmericanAirlines Series'', e in quell'occasione gli Heat vinsero tutte e tre le gare casalinge. L'arena ha ospitato anche numerosi concerti e i [[Latin Grammy AwardsAward]] del [[2003]].
 
== Note ==
Utente anonimo