Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
Attorno al [[1700]], Newton studiò le proprietà del [[calore]].
Elaborò una prima scala di [[temperatura]] qualitativa, che comprendeva venti punti di riferimento: dall'«aria fredda d'inverno» ai «carboni ardenti nel fuoco della cucina».
Questo approccio, piuttosto crudo e pieno di problemi, non soddisfecesoddisfò [[Isacco Newton|Newton]]. Sapeva che la maggior parte delle sostanze si espandono se riscaldate, perciò prese un contenitore di olio di [[Linum usitatissimum|lino]], e misurò il cambiamento di [[volume]] che avveniva ai vari punti di riferimento della sua scala. Trovò che un [[litro]] di olio di lino, misurato alla temperatura a cui la neve si scioglie, cresce fino a 1,0725 litri alla temperatura dell'acqua bollente.
 
In seguito a questi esperimenti definì il «grado zero del calore» come il punto di scioglimento della neve, e «33 gradi di calore» come la temperatura dell'acqua bollente.
Utente anonimo