Energia nucleare: differenze tra le versioni

m
m (Annullate le modifiche di 93.35.3.40 (discussione), riportata alla versione precedente di Spinoziano)
Recentemente c'è stato un rinnovato interesse per l'energia nucleare come soluzione alla diminuzione delle riserve di [[petrolio]] e perché l'energia nucleare genera pochi [[gas serra]] (nelle fasi di estrazione, preparazione e trasporto del combustibile nucleare e costruzione, mantenimento e dismissione degli impianti), contrariamente alle alternative più comuni quale il [[carbone]]: si è discusso dell'energia nucleare come soluzione all'[[effetto serra]]<ref>{{en}} Per esempio [http://www.ecolo.org/media/articles/articles.in.english/love-indep-24-05-04.htm ecolo.org: James Lovelock, Nuclear power is the only green solution] (''L'energia nucleare è l'unica soluzione ecologica'') e [http://www.issues2000.org/2004/George_W__Bush_Energy_+_Oil.htm issues2000.org: George W. Bush on Energy & Oil] (''George W. Bush su petrolio ed energia'')</ref>). In base a ciò l'[[Unione europea]] ha recentemente definito il nucleare come uno ''strumento importante per la lotta contro il [[Riscaldamento globale|riscaldamento climatico]]''<ref>[http://www.adnkronos.com/AKI/Italiano/Economia/?id=1.0.1467487938 Notizia ADN Kronos]</ref>. Questa affermazione è contestata da molte organizzazioni ambientaliste<ref>[http://www.ccnr.org/no_nukes_cnp.html ccnr.org: Campaign for Nuclear Phaseout, Nuclear power is not a solution to climate change]</ref>.
 
I reattori nucleari non emettono direttamente gas serra durante le operazioni normali; tuttavia, l'estrazione mineraria e il trattamento dell'uranio generano delle emissioni non trascurabili.<ref>[http://www.inderscience.com/search/index.php?action=record&rec_id=1520 Studio del 2002]</ref> Secondo l'associazione delle industrie del settore nucleare (WNA), le emissioni prodotte nell'intero ciclo di vita sarebbero paragonabili a quelle dell'energia eolica o idroelettrica, ma molto più basse rispetto al fotovoltaico<ref>http://world-nuclear.org/why/greenhouse_gas_from_generation.html</ref>. {{citazione necessaria|Comunque, un tema controverso è che le emissioni di gas serra dovute all'estrazione mineraria, alla lavorazione e all'arricchimento potrebbero essere molto maggiori in futuro mentre le riserve mondiali di uranio di prima qualità andranno via via esaurendosi e si userà sempre più uranio di bassa qualità.}}
 
In un documento del 2000 commissionato dal gruppo verde al Parlamento Europeo intitolato ''Is Nuclear Power Sustainable?'' («L'energia nucleare è sostenibile?») e nel documento successivo del maggio 2002 initolato ''Can Nuclear Power Provide Energy for the Future; would it solve the CO<sub>2</sub>-emission problem?'' («L'energia nucleare può fornire energia per il futuro? Risolverebbe il problema delle emissioni di CO<sub>2</sub>?»), Jan Willem Storm van Leeuwen e Philip Smith hanno sostenuto che il costo dell'energia nucleare alla fine supererà quello dei combustibili fossili nelle emissioni di gas serra man mano che scarseggerà il minerale uranifero di alta qualità. I due hanno messo in dubbio la sua sostenibilità all'interno di un piano di tutela ambientale. {{cn|Questo documento è stato liquidato come falso dalle industrie del settore nucleare poiché i risultati pubblicati sull'estrazione del minerale mostrano un vantaggio del 99% della generazione di energia nucleare nei confronti dei combustibili fossili sul versante delle emissioni di CO<sub>2</sub>. Gli autori hanno attenuato molto le affermazioni contenute nel loro documento e l'hanno ri-pubblicato nel 2005, omettendo la maggior parte dei valori numerici usati, ma le affermazioni rimanenti sono ancora contraddette da alcuni studi sul ciclo di vita (ad esempio Vattenfall). Tutto ciò mette fortemente in dubbio l'articolo le cui previsioni si pensa siano sbagliate perché si basano su elementi smentiti dai dati attuali, talvolta di 3:1. Va fatto notare che le affermazioni del settore si basano sul minerale di alta qualità attualmente disponibile, mentre quelle di Storm van Leeuwen e Smith si fondano sulle loro proiezioni delle qualità di minerale disponibili in futuro.}}
2 650

contributi