Differenze tra le versioni di "Fausto Cercignani"

m
 
== Il poeta ==
La produzione poetica di Cercignani è raccolta in sette volumetti e comprende anche liriche pubblicate sull’“Almanacco dello Specchio”, “Anterem” e altre riviste. Analizzando i suoi versi, un critico parla di [[poesia orfica]], ma «dura, lucida come l’acciaio»<ref>[Giorgio Bárberi Squarotti, prefazione a ''Fisicità svanite'', p. 8.]</ref> e un altro scrive che i componimenti di Cercignani «raggiungono il massimo della concentrazione mediante un’accelerazione del pensiero o del sentimento che ricostruisce la fisicità per mezzo dell’astrazione».<ref>[Carlo Alessandro Landini, ''La poesia milanese e lombarda. Realtà e prospettive'', in “Hellas” 11/15 (ottobre 1991), pp. 43-44.]</ref> Fausto Cercignani ha sperimentato anche l’[[auto-traduzioneautotraduzione]] di testi poetici.<ref>[Vedi, per esempio, http://users.unimi.it/austheod/adagio3l.pdf, dove l’autore presenta le sue traduzioni in tedesco, inglese e francese della poesia ''Adagio''.</ref>
 
=== Un testo sul sapere ===
4 032

contributi