Utente:Torredibabele/Sandbox: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
In maniera simile al Protocollo di Kyoto, il sistema europeo prevede che un operatore possa utilizzare i cosiddetti [[credito di carbonio|crediti di carbonio]] sotto forma di [[unità di riduzione delle emissioni]] per fare fronte ai propri obblighi. Il sistema di Kyoto prevede la presenza di [[riduzioni di emissioni certificate]], derivanti da un [[progetto per il carbonio]] certificato dal consiglio di amministrazione per i [[meccanismo di sviluppo pulito|meccanismi di sviluppo pulito]] dell'[[Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici|UNFCCC]], oppure di [[unità di riduzione delle emissioni]] certificate dal paese ospite di un progetto a [[implementazione congiunta]] o dal Comitato di Supervisione per l'Implementazione Congiunta; entrambi sono accettati dal sistema di scambio europeo.
 
Dunque una quota di emissioni europea pari ad una tonnellata di CO<sub>2</sub> è fatta in modo da essere identica ("[[bene fungibile|fungibile]]") ad una "unità di quantità assegnata" di CO<sub>2</sub> secondo il sistema di Kyoto. Nello schema europeo è quindi possibile scambiare alla pari le riduzioni di emissioni certificate dell'[[Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici|UNFCCC]] e le quote di emissione europee; tuttavia, per motivi tecnici, la completa equivalenza fra i due sistemi non è stata raggiunta fino al 2008-2009<ref>[http://www.carbon-financeonline.com/index.cfm?section=lead&action=view&id=10948&linkref=cnews ITL link, EU ETS review key for 2008 prices] Carbon Finance 9 January 2008</ref>.
 
Durante la seconda fase del sistema di scambio europeo, gli operatori all'interno di ciascuno stato membro hanno dovuto fare trasitare e fare controllare le loro quote attraverso la UE prima che potessero essere ritirate dall'UNFCCC.
Thus one EU Allowance Unit of one tonne of CO<sub>2</sub>, or "[[EUA]]", was designed to be identical ("[[fungible]]") with the equivalent "[[Assigned amount units|Assigned Amount Unit]]" (AAU) of CO<sub>2</sub> defined under Kyoto. Hence, because of the EU's decision to accept Kyoto-CERs as equivalent to EU-[[EUA]]'s, it is possible to trade [[EUA]]'s and UNFCCC-validated CERs on a one-to-one basis within the same system. (However, the EU was not able to link trades from all its countries until 2008-9 because of its technical problems connecting to the UN systems.<ref>[http://www.carbon-financeonline.com/index.cfm?section=lead&action=view&id=10948&linkref=cnews ITL link, EU ETS review key for 2008 prices] Carbon Finance 9 January 2008</ref>)
 
During Phase II of the EU ETS, the operators within each Member State must surrender their allowances for inspection by the EU before they can be "retired" by the UNFCCC.
 
===Allocation===
2 650

contributi