Differenze tra le versioni di "Radiazione ultravioletta"

Annullata la modifica 39667132 di 151.33.214.8 (discussione) - per UV estremo si intende dai 200 nm ai 10 nm (vicino ai raggi X)
m (Bot: Aggiungo: hif:Ultraviolet)
(Annullata la modifica 39667132 di 151.33.214.8 (discussione) - per UV estremo si intende dai 200 nm ai 10 nm (vicino ai raggi X))
La '''radiazione ultravioletta''' ('''UV''' o '''raggi ultravioletti''') è una [[radiazione elettromagnetica]] con una [[lunghezza d'onda]] inferiore alla [[luce]] visibile, ma più grande di quella dei [[raggi X]]. Il nome significa "oltre il violetto" (dal [[lingua latina|latino]] ''ultra'', "oltre"), perché il [[violetto]] è il colore visibile con la lunghezza d'onda più corta.
 
L'UV può essere suddiviso in UV vicino (380-200 [[nanometro|nm]]) e UV estremo (200-10010 nm). Quando si considera l'effetto dei raggi UV sulla salute umana, la gamma delle lunghezze d'onda UV è in genere suddivisa in '''UV-A''' (400-315 nm), '''UV-B''' (315-280 nm) e '''UV-C''' (280-100 nm).
 
Il [[Sole]] emette luce ultravioletta in tutte e tre le bande UV-A, UV-B e UV-C, ma a causa dell'assorbimento da parte dell'[[atmosfera]] terrestre, in particolare lo strato di ozono, circa il 99% degli ultravioletti che arrivano sulla superficie terrestre sono UV-A.
7 760

contributi