Differenze tra le versioni di "Radice (simbolo)"

→‎Storia e utilizzo: sintassi latex, e cambiato "esponente" con "indice"
m (disambigua, typos)
(→‎Storia e utilizzo: sintassi latex, e cambiato "esponente" con "indice")
Come già detto, la funzione della radice consiste nel trovare quel numero che, [[moltiplicazione|moltiplicato]] per se stesso un numero di volte pari al valore dell'[[esponente]], dà un risultato pari al radicando. In formule:
 
:<math> \sqrt[n]{m} \,=\, p </math> <math> \leftrightarrow </math> <math>\underbrace{p \cdot p \cdot ... \,(n_{volte})\, ... \cdot p \cdot p}_{n\text{ volte}} \,=\, m</math> <math> \leftrightarrow </math> <math>p^n \,=\, m</math>
 
Per questo la radice ennesima (di esponenteindice ''n'') si può considerare a buona ragione l'operazione contraria dell'elevazione a ennesima [[potenza (matematica)|potenza]]; da ciò deriva l'estrema importanza dell'esponente della radice, che si scrive in ogni caso tranne che in quello in cui esso è pari a [[due]].
 
{{Simboli matematici}}
242

contributi