Differenze tra le versioni di "Guglielmo di Jumièges"

fix
(nuova voce tradotta da en:wiki)
 
(fix)
==Biografia==
 
Noto anche come Guillaume de Jumièges, fu un contemporaneo degli eventi del 1066, e uno dei primi scrittori sul soggetto delledella [[conquisteConquista normannenormanna dell'Inghilterra]]. Egli stesso è una "figura ombra", conosciuto solo dalla sua lettera dedicatoria a [[Guglielmo I d'Inghilterra | Re Guglielmo]] come un monaco di Jumièges. "Dal momento che egli menziona anche di essere stato testimone oculare di alcuni eventi del regno di [[Riccardo III di Normandia | Riccardo III]] (1026-7), sembra ragionevole supporre che sia nato intorno all'anno 1000. Probabilmente entrò nel monastero durante il primo trentennio dell'[[XI secolo]] e ricevette la sua educazione da Thierry de Mathonville ". Secondo [[Orderico Vitale]], il soprannome di Guglielmo era "calculum" ma è sconosciuto il significato che si cela dietro questo soprannome. La sua morte, avvenuta dopo il 1070, non è stata registrata. Fu uno scrittore normanno che scrisse da un punto di vista normanno. Anche se era solo un monaco con evidentemente nessun addestramento militare, scrisse con orgoglio dei successi del suo popolo.
 
Guglielmo di Jumièges fu il compilatore della storia nota come [[Gesta Normannorum Ducum]] ("Deeds of the Dukes of the Normans"), scritta intorno al 1070. Essa venne compilata su frammenti precedenti di [[Dudo di Saint-Quentin]], ''De moribus et actis primorum Normannorum ducum'', scritto fra il 996 ed il 1015. Quest'opera venne commissionata da [[Riccardo I di Normandia|Riccardo I]], incarico poi "rinnovato dal suo fratellastro, il conte [[Rodolfo d'Ivry]] e da suo figlio [[Riccardo II di Normandia | duca Riccardo II]] (996 - 1026) ... il lavoro di Dudo venne ripreso da Guglielmo di Jumièges nel 1050, che lo revisionò, abbreviò e aggiornò il suo ''De moribus'' e vi aggiunse una considerazione sui regni dei duchi Riccardo II, Riccardo III (1026-7), [[Roberto il Magnifico | Roberto I]] (1027 - 35), e Guglielmo II ". Terminò il lavoro intorno al 1060, ma vi fece delle aggiunte quando [[Guglielmo il Conquistatore]] divenne re d'[[Inghilterra]], portando la cronaca degli eventi al 1070. Il ''Gesta Normannorum Ducum'' venne successivamente ampliato nel [[XII secolo]], dai monaci cronisti Orderico Vitali e [[Roberto di Torigni]].
183 413

contributi