École nationale supérieure d'architecture: differenze tra le versioni

== Storia della pedagogia presso ENSA ==
L'architettura è, tradizionalmente, una delle quattro discipline delle [[belle arti]], assieme all'[[incisione]], alla [[scultura]] ed alla [[pittura]].
Fino al [[1968]], il suo insegnamento era assicurato dalla dall'[[École nationale supérieure des beaux-arts|école des Beaux Arts]] di [[Parigi]], che aveva tre succursali sul territorio francese e dipendeva dal dipartimento di architettura dell'[[Académie des beaux-arts]] che organizzava i concorsi di selezione ed in particolare il [[Prix de Rome]] con il quale i vincitori avevano diritto ad un soggiorno di studio presso [[Villa Medici]] a [[Roma]].
 
Il ministro della cultura del tempo, [[André Malraux]], per rompere con l'accademismo e dare una risposta ai moti de [[il Sessantotto]], creò 12 ''Unités pédagogiques d'architecture'' (UPA) su tutto il territorio francese, di cui 6 a Parigi e le altre per sostituire le scuole di architettura di [[Tolosa]], [[Bordeaux]], [[Marsiglia]], [[Nancy]] creandone di nuove a [[Rennes]], [[Lione]], [[Rouen]], [[Strasburgo]], [[Saint-Étienne]] etc. Di fatto si divisero le discipline delle [[belle arti]].
Utente anonimo