Differenze tra le versioni di "Marginalia"

m
Cite (book, journal) -> Cita (libro, pubblicazione) using AWB
m (r2.6.4) (Bot: Aggiungo: ar:هوامش)
m (Cite (book, journal) -> Cita (libro, pubblicazione) using AWB)
Lo [[scolio]] sui manoscritti classici è la prima forma conosciuta di marginalia. L'[[Ultimo teorema di Fermat]] è probabilmente il più famoso marginalia noto.
 
Il primo uso documentato del termine ''marginalia'' si ebbe nel [[1819]] nel ''Blackwood's Magazine''. Dal [[1845]] al [[1849]] [[Edgar Allan Poe]] intitolò alcune delle sue riflessioni e materiale frammentario ''marginalia''.<ref>{{CiteCita web | titletitolo = Edgar Allan Poe Society of Baltimore - Works - Misc - Marginalia | accesso =22 novembre 2009-11-22 | url = http://www.eapoe.org/works/info/pmmar.htm }}</ref> [[Samuel Coleridge]] pubblicò cinque volumi di marginalia.
 
Alcuni marginalia famosi erano opere serie, o i relativi progetti, scritti a margine a causa della scarsità di carta. Voltaire, scrisse nei margini di libri mentre era in prigione e sir [[Walter Raleigh]] scrisse su di un libro, una dichiarazione personale, poco prima della sua esecuzione. [[John Bethune (poeta) | John Bethune]] era un povero poeta inglese, la cui unica carta che aveva disponibile era lo spazio a margine dei libri.
545 505

contributi