Differenze tra le versioni di "Fiat Scudo"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  8 anni fa
m
ortografia
m (ortografia)
== Storia ==
 
Lo Scudo nacque nel [[1995]] da un progetto analogo a quello di poco tempo prima. L'anno precedente, da una joint-venture tra il Gruppo Fiat e il [[PSA Peugeot Citroën|Gruppo PSA]] nacquero 4 [[monovolume]] di grossa taglia pressochèpressoché identiche prodotte con i marchi [[Peugeot]], [[Citroën]], [[Fiat]] e [[Lancia (azienda)|Lancia]]. Analogamente a tale progetto, si decise di utilizzare lo stesso pianale per realizzare tre veicoli commerciali, anch'essi pressochèpressoché identici tra loro, costruiti in [[Italia]] nello stabilimento [[Sevel]]. L'unico marchio che non sarebbe stato utilizzato per questi mezzi commerciali fu quello Lancia. Il modello marchiato con il logo Fiat prese appunto il nome di Scudo, ma fu prodotto e commercializzato anche come [[Citroën Jumpy]] e [[Peugeot Expert]].
 
Il veicolo ebbe un buon successo commerciale, specialmente nel nostro Paese, grazie alla capacità di abbinare compattezza e dimensioni relativamente ridotte ad una buona capacità di carico, che arrivava fino a 900 kg di carico massimo in un vano posteriore di ben 4 metri cubi di volume. Fu prodotto e venduto in svariate versioni, tra cui una a telaio allungato per aumentare ancora la capienza, una versione pulmino per trasporto passeggeri a sei o nove posti (denominata ''Scudo Combinato'') e anche una versione (denominata ''Scudo Lastrato'') che prevedeva la sola cabina di guida già carrozzata ed il resto del telaio a nudo, per poter convertire il veicolo in altre versioni non ufficialmente a listino (capita infatti, anche se non spesso, di vedere versioni [[Ambulanza|ambulanziate]] o [[Camper|camperizzate]] dello Scudo). Inoltre disponeva del [[servosterzo]] di serie e aveva frenatura mista (freni anteriori [[freno a disco|a disco]] e freni posteriori [[freno a tamburo|a tamburo]]).
423 477

contributi