Vocazione: differenze tra le versioni

71 byte aggiunti ,  10 anni fa
nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
La '''vocazione''' è una particolare sensibilità verso un tipo di vita, un'attività spesso intesa di carattere prettamente religioso o solidale, ma che esiste anche all'interno di pensieri filosofico-morali.
 
==Vocazione nel Cristianesimo==
La persona ha un trasporto innato nel vivere un certo tipo di vita.
Di solito si parla di vocazione religiosa, nel contesto del [[Cattolicesimo]] si parla di vocazione [[sacerdote|sacerdotale]], o di tipo monastico, che significa la voglia e la necessità interiore di seguire una chiamata. Alle vocazioni più antiche si sono aggiunte di recente quelle di consacrato in varie nuove forme, fra le quali per esempio: numerario, aggregato e soprannumerario della Prelatura [[Opus Dei]]. Numerari e aggregati vivono nel celibato apostolico, mentre i soprannumerari normalmente sono sposati o comunque possono farlo. Queste ultime sono vocazioni laicali, che comportano lo sforzo di raggiungere la santità nella vita ordinaria, come per esempio i Memores Domini legati invece a Comunione e Liberazione, o tutti coloro che sono consacrati laici in qualche congregazione religiosa (ad esempio i salesiani).
 
Alle vocazioni più antiche si sono aggiunte di recente quelle di consacrato in varie nuove forme, fra le quali per esempio: numerario, aggregato e soprannumerario della Prelatura [[Opus Dei]]. Numerari e aggregati vivono nel celibato apostolico, mentre i soprannumerari normalmente sono sposati o comunque possono farlo. Queste ultime sono vocazioni laicali, che comportano lo sforzo di raggiungere la santità nella vita ordinaria, come per esempio i Memores Domini legati invece a [[Comunione e Liberazione]], o tutti coloro che sono consacrati laici in qualche congregazione religiosa (ad esempio i [[salesiani]]).
In ordine più laico la vocazione è comunque una tendenza innata nell'individuo che lo porta più facilmente a fare alcune cose piuttosto che altre, sente un trasporto interiore.
Ci sono [[medico|medici]], [[architetto|architetti]] che già in tenera età manifestano questo trasporto verso una specifica attività ed è questa che viene chiamata appunto vocazione.
 
In filosofia si intende quella chiamata (appunto "vocazione") a sentirsi partecipi di un progetto universale, ognuno nel proprio ambito specifico. Anche in senso cristiano la vocazione non è esclusivamente quella sacerdotale-religiosa, ma tutti sono chiamati a riconoscere i propri talenti e a metterli in pratica, in un'ottica di fede, per il bene proprio e del prossimo.
 
Per un [[territorio]] la vocazione naturale è riferita alla sua realtà nel contesto ambientale dove è inserito, per esempio: una località sul mare può essere definita con vocazione turistica, una zona dove ci sono miniere ha una vocazione più industriale.
 
Negli ultimi tempi si sente parlare di vocazione anche per le [[azienda|aziende]], però si vuole intendere solo il tipo di attività ed il modo con cui la si vuole espletare.
 
== Vocazione nella Bibbia ==
 
Il termine '''vocazione''' riproduce il latino ''vocatio'', da ''vocare'', chiamare, e corrisponde al greco κλῆσις (klēsis), da καλέω (kaleō), chiamo, con il quale viene reso nella [[Septuaginta]] il verbo ebraico קרא (qârâ'). Designa in senso specifico la chiamata che viene rivolta da Dio alla creatura umana.
 
=== Vocazione nell'Antico Testamento ===
 
La maggiore frequenza di testi e significati nell'[[Antico Testamento]] al riguardo della vocazione si trova in [[Isaia]], dove la chiamata di Dio al Suo "servo" (41:9) è come un'eco della chiamata rivolta ad [[Abramo]] e si prolunga nel futuro, nella vocazione rivolta a tutte le nazioni (42:6; 59:6). Nella chiamata, Israele è stato "messo a parte" dalle altre nazioni (41:9), in quanto è discendenza di [[Abramo]] ''"che io ho amato"'' (41:8) e "benedetto" (51:2). L'espressione più intensa è questa: ''"Ma ora così parla il SIGNORE, il tuo Creatore, o Giacobbe, colui che ti ha formato, o Israele! Non temere, perché io ti ho riscattato, ti ho chiamato per nome; tu sei mio!"'' (43:1; 45:3). Questa chiamata è al tempo stesso chiamata della [[Grazia (teologia)|grazia]] e ''alla'' grazia, chiamata all'[[apostolo|apostolato]] ed al servizio.
 
 
=== Vocazione nel Nuovo Testamento ===
 
Nel [[Nuovo Testamento]] il termine vocazione, κλῆσις (klēsis), si trova esclusivamente nelle lettere di [[Saulo di Tarso|Paolo]] edesigna specificatamente la vocazione cristiana. È la vocazione:
*a partecipare alla gloria dei redenti nel giudizio finale, della quale prega che siano reputati degni: ''"Ed è anche a quel fine che preghiamo continuamente per voi, affinché il nostro Dio vi ritenga degni della vocazione e compia con potenza ogni vostro buon desiderio e l'opera della vostra fede"'' ([[Seconda lettera ai Tessalonicesi|2 Tessalonicesi]] 1:11);
 
Parlando delle sofferenze dei cristiani a causa della loro fede, Pietro scrive: ''"Infatti a questo siete stati chiamati, poiché anche Cristo ha sofferto per voi, lasciandovi un esempio, perché seguiate le sue orme"'' ([[Prima lettera di Pietro|1 Pietro]] 2:21), cioè questa è la vostra vocazione, chiamata. In questo contesto l'intera vita in ogni suo aspetto, in qualunque sua attività, può essere intesa come vocazione, perché il cristiano, in ogni legittima attività, serve Dio.
 
==Altri significati di vocazione==
In ordine più laico la vocazione è comunque una tendenza innata nell'individuo che lo porta più facilmente a fare alcune cose piuttosto che altre, sente un trasporto interiore.
Ci sono [[medico|medici]], [[architetto|architetti]] che già in tenera età manifestano questo trasporto verso una specifica attività ed è questa che viene chiamata appunto vocazione.
 
In filosofia si intende quella chiamata (appunto "vocazione") a sentirsi partecipi di un progetto universale, ognuno nel proprio ambito specifico.
 
Per un [[territorio]] la vocazione naturale è riferita alla sua realtà nel contesto ambientale dove è inserito, per esempio: una località sul mare può essere definita con vocazione turistica, una zona dove ci sono miniere ha una vocazione più industriale.
 
Negli ultimi tempi si sente parlare di vocazione anche per le [[azienda|aziende]], però si vuole intendere solo il tipo di attività ed il modo con cui la si vuole espletare.
 
== Collegamenti esterni ==
* [http://www.vocazione.altervista.org/ SITO VOCAZIONALE]
1 280

contributi