Cucchiaino: differenze tra le versioni

298 byte aggiunti ,  10 anni fa
nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
[[File:Cucchiaino.jpg|thumb|300px|Un cucchiaino da [[pesca]]]]
 
Con il termine '''cucchiaino''' si indica, nello sport della [[pesca (attività)|pesca]], un particolare tipo di esca artificiale costituita da un asse in metallo con un triplice amo (ancoretta), autilizzata voltequasi singolo,esclusivamente alcunidai pesipescatori esportivi unamentre palettaè diassai metalloscarsamene liberausato dinella girarepesca attorno all'asseprofessionale. Quando il cucchiaino viene trainato nell'acqua, la paletta gira emettendo vibrazioni e luccichii che provocano l'attacco di alcune specie di pesci.
La strutturapiù deiimportante cucchiainidifferenzione ondulantida fare è moltotra semplice:il unacucchiaino girella'''rotante''' oe unquello anellino'''ondulante'''. metallicoNel servonotipo rotante, l'esca è costituita da connessioneun traasse lain lenzafilo edi lametallo palettaterminante con un triplice amo (ancoretta), questa volte singolo. Sull'ultimaasse divengono formainnestati piùalcuni opesi, menotalvolta convessaalcuni attiranti e soprattutto una paletta di metallo che, normalmentelibera di girare attorno all'asse, collegatacostituisce la parte strutturale dell'esca rotante. Quando il cucchiaino viene trainato infatti, l'attrito con l'acqua produce la rotazione della paletta direttamenteattorno all'ancorettaasse. oTale rotazione emette vistosi effetti di luce e talvolta vibrazioni, che inducono il pesce predatore all'amoattacco singolodell'esca. Nei cucchiaini rotanti dunque le differenze costruttive possono essere infinite, in quanto ci sono dei particolari che ogni casa produttrice adotta, ed altri che cambiano in base alla preda che andiamo a ricercare. Per esempio la connessione tra la paletta e il filo di acciaio armonico può essere di due tipi principalmente: o un semplice foro in un apice, sagomato [[ad hoc]], della paletta stessa, oppure tramite un cavaliere, ossia un ponticello in ottone che tiene vincolata la paletta al filo in acciaio permettendone la rotazione. I pesi posti sotto la paletta anch'essi possono essere di varia conformazione: a forma di proiettile, per essere più performanti nel lancio e per produrre meno vibrazioni in acqua, oppure possono essere formate da più palline di piombo o avere forma di proiettile, ma con i bordi zigrinati per produrre più vibrazioni in acqua
 
I cuchiaini ondulanti sono molto più primitivi poichè sono semplici pezzi di metallo variamente sagomati: l'esca opportunamente ondulata, una volta trascinata in [[acqua]] assume un moto ondulante che inganna il pesce predatore che ritiene l'oggetto un vero e proprio pesce. I primi cucchiaini erano probabilmente veri e propri cucchiaini da cucina cui qualche pioniere ha applicato un amo.. da qui il nome dell'esca.
La paletta e il corpo del cucchiaino possono avere diverse forme e, spesso, colorazioni molto brillanti, sia uniformi sia a macchie. Solitamente per la pesca del luccio si utilizza un fiocco in lana, o materiale simile, di colore rosso. I cucchiaini sono disponibili in diverse dimensioni e pesi in base alla profondità delle acque in cui sono utilizzati e alla dimensione della preda verso cui ci si indirizza.
A seconda della preda che si intende insidiare esistono in comercio moltissime tipologie di cucchiaini che possono avere diverse forme, colorazioni diversissime, pesi e misure assai veriegate. Tale varietà garantisce una possibilità di pesca molto ampia anche in relazione al tipo di profondità in cui sono utilizzati e alla dimensione della preda verso cui ci si indirizza.
 
Più precisamente il cucchiaino sopra descritto è detto cucchiaino rotante (o anche solo rotante). Esistono anche cucchiaini ondulanti, costituiti da pezzi di metallo variamente sagomato e colorato che trascinati in [[acqua]] assumono un moto ondulante, da cui il nome.
 
La struttura dei cucchiaini ondulanti è molto semplice: una girella o un anellino metallico servono da connessione tra la lenza e la paletta, quest'ultima di forma più o meno convessa e, normalmente, collegata direttamente all'ancoretta o all'amo singolo. Nei cucchiaini rotanti le differenze costruttive possono essere infinite, in quanto ci sono dei particolari che ogni casa produttrice adotta, ed altri che cambiano in base alla preda che andiamo a ricercare. Per esempio la connessione tra la paletta e il filo di acciaio armonico può essere di due tipi principalmente: o un semplice foro in un apice, sagomato [[ad hoc]], della paletta stessa, oppure tramite un cavaliere, ossia un ponticello in ottone che tiene vincolata la paletta al filo in acciaio permettendone la rotazione. I pesi posti sotto la paletta anch'essi possono essere di varia conformazione: a forma di proiettile, per essere più performanti nel lancio e per produrre meno vibrazioni in acqua, oppure possono essere formate da più palline di piombo o avere forma di proiettile, ma con i bordi zigrinati per produrre più vibrazioni in acqua
 
I cucchiaini sono l'esca più tipica, anche se non l'unica, per la pratica della cosiddetta [[pesca a spinning]].
 
Utente anonimo