Differenze tra le versioni di "Battaglia di Roßbach"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  9 anni fa
Federico non aveva intenzione né di disporsi parallelamente al nemico né di ritirarsi. Appena il suo esercito poté muoversi come una unità sola due volte più veloce degli avversari, egli intendeva fare una deviazione, celato dai colli di Janus e Pölzen, per poi piombare sul nemico improvvisamente da est. Se al momento dello scontro gli alleati avessero già formato le loro linee per la battaglia, fronte a nord, l'attacco li avrebbe colpiti sul fianco; se essi fossero stati ancora in formazione di marcia verso est o verso nord-est, le teste delle loro colonne sarebbero state annientate prima che la rimanente parte avesse avuto il tempo di assumere la posizione di combattimento <ref>In quei tempi il dispiegamento a battaglia era una operazione piuttosto lenta.</ref>.
 
A questo fine il [[Friedrich Wilhelm von Seydlitz|generale Seydlitz]], con tutti gli squadroni disponibiledisponibili, si affrettò verso est da Rossbach dietro la collina Janus verso quella di Pölzen; il colonnello von Moller, con diciotto cannoni pesanti, entrò in azione sulla collina di Hugel alle 3 e 15 contro le colonne di cavalleria dei nemici che avanzavano; la fanteria seguì appena possibile.
Quando la cavalleria alleata, che a quel momento si trovava a nord di Reichardtswerben e parecchio avanti rispetto alla fanteria, finì sotto il fuoco dell'artiglieria di Moller ebbe a patire gravi perdite. Siccome tuttavia era in uso allora utilizzare artiglieria pesante per proteggere una ritirata, essi si contesero la possibilità di porre qualche pezzo in azione. Essi furono quindi sorpresi quando videro i trentotto squadroni di von Seydlitz irrompere improvvisamente sulla testa e sul fianco destro delle loro colonne dalla collina di Polzen ad una velocità incredibile. Il risultato rimase dubbio per breve tempo. Von Seydlitz lanciò il suo ultimo squadrone e lui stesso combatté come un semplice soldato, riportando gravi ferite. La mischia si spostò rapidamente verso sud, oltre la fanteria alleata, e finalmente von Seydlitz poté riallineare i suoi cavalieri in una depressione del terreno presso [[Tagewerhen]], pronti per il prossimo attacco. Questo primo episodio durò solo un'ora e nel contempo la fanteria prussiana, scaglionata sulla sinistra, stava scendendo la collina di Hugel per incontrare la già confusa e disarticolata fanteria alleata. Gran parte della cavalleria alleata era stata fatta a pezzi e molti di loro scavalcavano i loro stessi compagni per cercare di mettersi in salvo.
 
Utente anonimo