Differenze tra le versioni di "La Nuova Sardegna"

m
fix tmp
m (Annullate le modifiche di Vivilla (discussione), riportata alla versione precedente di Rupertsciamenna)
m (fix tmp)
{{Testata giornalistica
|nome = La Nuova Sardegna
|logo = La-nuova-sardegna.jpg
|larghezza logo = 250px
|abbreviazione = La Nuova
|paese = {{ITA}}
|lingua = [[lingua italiana|italiano]]
|periodicità = [[quotidiano]]
|genere = [[stampa locale]]regionale
|formato = [[tabloid]]
|diffusione = 59.000
|data-diff = [[2008]]
|fondazione = 9 agosto [[1891]]
|proprietà = [[Gruppo Editoriale L'Espresso]]
|capitale sociale = 775.500,00 €
|politica =
|sede = Z.I.[[Sassari]], Predda Niedda, stradaStrada 31 - 07100 [[Sassari]]
|direttore = [[Paolo Catella]]
|vicedirettore = Claudio Salvaneschi
|redattore capo = Francesco Pinna
|sito = http://www.lanuovasardegna.it/
|cartacea = singola copia/<br/>abbonamento
|digitale = su abbonamento
|tablet = su abbonamento
|sito = [http://www.lanuovasardegna.it/ lanuovasardegna.it]
|ISSN =
}}
'''''La Nuova Sardegna''''' è il più diffuso [[quotidiano]] del nord [[Sardegna]], fondato nel [[1891]] a [[Sassari]], dove ha tuttora sede, da [[Enrico Berlinguer (senior)|Enrico Berlinguer]], nonno dell'[[Enrico Berlinguer|omonimo segretario]] del [[Partito Comunista Italiano|PCI]].
 
Oltre che a Sassari ha redazioni a [[Cagliari]], [[Nuoro]], [[Olbia]], [[Oristano]], e [[Iglesias]], e uffici di corrispondenza ad [[Alghero]], [[Porto Torres]], [[Ozieri]], e [[Tempio Pausania]].
 
Dal [[1980]] fa parte del [[Gruppo Editoriale L'Espresso]].
 
==Storia==
[[File:La nuova sardegna.png|thumb|200px|right|UnaPrima edizionepagina de ''La Nuova Sardegna'' del [[1897]]]]
La Nuova Sardegna è stata fondata il 9 agosto 1891 da un gruppo di intellettuali e politici democraticoprogressisti, tra cui [[Enrico Berlinguer (senior)|Enrico Berlinguer]], Pietro Satta Branca, Antonio Stara, Giuseppe Castiglia, che volevano creare un giornale per le elezioni comunali dello stesso anno. La nascita del quotidiano sassarese si può quindi paragonare col suo maggiore concorrente regionale di sempre, [[L'Unione sarda]], anch'esso nato per le elezioni comunali, a differenza del quale i fondatori della Nuova ebbero un importante successo elettorale.
Diventa quotidiano il 17 marzo 1892.
 
== Diffusione ==
[[File:La nuova sardegna.png|thumb|200px|right|Una edizione de ''La Nuova Sardegna'' del [[1897]]]]
 
{| class="wikitable sortable" {{prettytable|text-align=center}}
|-style="background:lightblue"
 
== Collegamenti esterni ==
* [http://www.lanuovasardegna.it/ La Nuova Sardegna.it], Sito ufficiale]
 
{{L'espresso}}