Differenze tra le versioni di "Antifrasi"

16 byte aggiunti ,  10 anni fa
m
Risolvo disambigua Parini in Giuseppe Parini tramite popup
m (Risolvo disambigua Parini in Giuseppe Parini tramite popup)
In letteratura [[Alessandro Manzoni]] utilizza spesso l'antifrasi con intento ironico: riferendosi al tentativo di rapimento che [[Don Rodrigo]] aveva attuato nei confronti di [[Lucia Mondella]] l'autore scrive ''era la più grossa (impresa) a cui il '''brav'uomo''' avesse ancor messo mano.'' ([[I promessi sposi|Pr. Sp.]], capitolo XI)
 
Nel poema satirico ''[[Il giorno (Parini)|Il giorno]]'', scritto a metà Settecento, [[Giuseppe Parini|Parini]] descrive con cura maniacale la vita della nobiltà, quasi divinizzandoli e soffermandosi su alcuni aspetti con minuziosità proprio per creare l'effetto antifrastico, rivelando invece quanto vuota possa essere la vita del nobile.
 
L'uso dell'antifrasi, quando coinvolge la voce narrante (per esempio in alcune novelle di [[Giovanni Verga|Verga]] come ''Rosso Malpelo''), procura nel lettore il caratteristico effetto dello [[straniamento]], per cui chi legge si trova immerso in un'ottica ideologica che è normalmente censurata, o ritenuta criticabile, dal senso comune.
111 125

contributi