Differenze tra le versioni di "Battaglia di Tunisi"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  8 anni fa
nessun oggetto della modifica
m (r2.6.4) (Bot: Modifico: fi:Tunisin taistelu)
I Cartaginesi, spogliati i morti, tornarono in città con il morale alle stelle, avendo conquistato un buon bottino, molti prigionieri e perfino il console. Dopo aver festeggiato e ringraziato gli dèi si accinsero ad assediare Aspide per eliminare tutti i nemici sul territorio. Aspide non cadde e Cartagine organizzò una flotta di duecento navi per contrastare quella romana che veniva in soccorso.
 
Le flotte si scontrarono al largo del Capo Ermeo, la flotta cartaginese ebbe la peggio e ben 114 navi -complete di equipaggio- furono catturate dai romani. La flotta romana raccolse i superstiti concentrati ad Aspide e fece vela verso la [[Sicilia]]. Se le cifre fornitafornite da Polibio sono vere, questa battaglia sarebbe più importante di quella di [[Battaglia di Capo Ecnomo|Capo Ecnomo]]. Diodoro parla di perdite cartaginesi limitate a sole 24 navi.
 
Santippo, lucidamente, lasciò Cartagine al massimo della gloria e tornò a Sparta, ben sapendo che non avrebbe potuto resistere a lungo al comando dell'esercito cartaginese, intriso di legami politici e familiari. Diodoro (XXIII, 16) afferma che i Cartaginesi - o almeno una loro fazione- fecero naufragare la nave che lo riportava in Grecia.
Utente anonimo