Differenze tra le versioni di "Romanioti"

nessun oggetto della modifica
Durante la [[Seconda guerra mondiale]], quando la [[Grecia]] fu occupata dall'[[Asse]], l'86% degli Ebrei Greci, specialmente quelli delle aree occupate dalla [[Germania nazista]] e dalla [[Bulgaria]], furono assassinati nonostante i tentativi di proteggerli da parte della [[Chiesa greco-ortodossa]] e di molti greci [[Cristianesimo|cristiani]]. I tedeschi ed i loro alleati bulgari riuscirono a deportare molti Ebrei Greci, ad esempio si stima che circa 49,000 Ebrei di [[Salonicco]] furono deportati e sterminati.
 
I Romanioti erano stati protetti dal governo Greco fino all'occupazione Nazista. Durante l'occupazione i Romanioti potevano usare la lingua greca meglio dei [[Sefarditi]], che parlavano [[Lingua giudeo-spagnola|ladino]] e che parlavano Greco con un accento "cantato". Questa caratteristica rese i Sefarditi più vulnerabili e fu uno dei numerosi fattori che portarono all'elevato numero di perdite subito dalle comunità sefardite. A [[Ioannina]] 1860 dei 1950 Ebrei presenti furono deportati ad [[Auschwitz]] e [[Birkenau]] nell'aprile del 1944. Molti di loro furono sterminati dal [[Nazismo]].
 
La creazione dello stato d'[[Israele]] nel [[1948]], assieme alla Guerra Civile Greca, fu l'episodio finale nella storia dei Romanioti, la maggior parte dei quali emigrò in Israele o in USA.
40 882

contributi