Differenze tra le versioni di "Jacopo Caetani degli Stefaneschi"

fix link
(Revisione)
(fix link)
 
==Opere==
Il cardinale Stefaneschi è noto anche per l<nowiki>'</nowiki>''[[Opus Metricum]]'' un poema in [[Esametro dattilico|esametri dattilici]] sulla vita di [[Celestino V]], che rappresenta la più antica testimonianza sulle vicende legate al papa-eremita. È composto di tre parti, ciascuna indipendente e redatta in periodi diversi, riunite nel [[1319]], quando vennero spedite ai monaci della [[Badia di Santo Spirito]] di [[Sulmona]], la casa-madre dei [[Congregazione Benedettina dei Celestini|Celestini]]. La prima parte, scritta prima che lo Stefaneschi divenisse cardinale, è composta di tre libri e descrive l'elezione, il regno e l'abdicazione di Celestino V. La seconda, scritta cinque anni dopo, è composta di due libri e narra l'elezione e la consacrazione di [[Bonifacio VIII]]. La terza, in tre libri, descrive la vita di Celestino dopo l'abdicazione, la canonizzazione e i suoi miracoli. Il poema è preceduto da un'introduzione in prosa, che contiene dati sull'autore e una [[sinopsi]] dell'opera.
 
Altre opere dello Stefaneschi furono il ''Liber de Centesimo sive Jubileo'', un resoconto del primo [[Giubileo]] del [[1300]]; il ''Liber ceremoniarum Curiæ Romanæ'', sul cerimoniale osservato alla corte pontificia; la ''Vita Sancti Georgii Martyris'', elegia di [[san Giorgio]], patrono della chiesa di cui il cardinale aveva il [[titolo cardinalizio|titolo]]; la ''Historia de miraculo Mariæ facto Avinione'', la storia di una salvataggio miracoloso di un giovane condannato a morte per opera della Vergine.
Utente anonimo