Differenze tra le versioni di "Taurocatapsia"

m
m (r2.7.1) (Bot: Aggiungo: sv:Tjurhoppning)
[[Image:Bull-leaping.jpg|right|thumb|300px|L'[[affresco della taurocatapsia]] nel Grande Palazzo a [[Cnosso]], [[Creta]]]]
[[Image:The Bull Leaper Knossos 1500BC.jpg|right|thumb|300px|Il saltatore di tori, [[statuetta]] d'[[avorio]] proveniente dal [[Cnosso|palazzo di Cnosso]] ([[Creta]]), la sola figura completa sopravvissuta fra le tante. Questa è la rappresentazione tridimensionale più antica del salto del toro. Si presume che dei fili in oro fossero usati per sospendere la statuetta sopra un toro.]]
La '''taurocatapsia''', dal [[lingua greca|greco]] {{Polytonic|ταυροκαθάψια}}<ref>Il nome di una lotta con il toro rituale che si teneva in occasione di una festività in [[Tessaglia]] (chiosa su [[Pindaro]], ''Odi Pitiche'' 2.78), a [[Smirne]] ([[Corpus Inscriptionum Graecarum|CIG]] 3212) e a [[Sinope]] (CIG 4157).</ref>, è un motivo di arte figurativa della [[età del bronzo|media età del bronzo]], particolarmente riferita alla [[Civiltà minoica|Creta minoica]], ma anche trovata nell'[[Impero ittitaIttiti|Anatolia ittita]], nel [[Levante (geografia)|Levante]], nel [[Complesso archeologico Battriano-Margiano|Battria]] e nella [[Civiltà della valle dell'Indo|Valle dell'Indo]]. <ref>Un argomento riguardo all'associazione della Creta minoica con la cultura dell'età del bronzo della valle dell'Indo, di H. Mode (Indische Frühkulturen und ihre Beziehungen zum Westen, Basel, 1944); fin dagli anni [[1940|'40]], ulteriori motivi di taurocatapsia sono stati scoperti nei contesti del II millennio a.C. in Battria e Anatolia settentrionale.</ref> Spesso interpretata come la rappresentazione di un [[Rito|rituale]] officiato in concomitanza con la [[Toro (mitologia)|venerazione del toro]]. Questo rituale consiste in un salto acrobatico sopra un toro; quando il saltatore lo afferra per le corna, il toro allora darà violentemente un colpo verso l'alto con la sua testa, fornendo al saltatore il momento e la spinta necessaria per eseguire salti mortali e altre abilità acrobatiche.
 
==Iconografia==
*Tipo III: l'acrobata viene rappresentato a mezz'aria sopra la schiena del toro, fronteggiando lo stesso lato dell'animale
 
Le rappresentazioni del III tipo sono spesso trovate nei reperti del Tardo Minoico IIIB (dal XIV al XIII secolo a.C.). Gli affreschi a [[Tell el Dab'a]] risalenti al [[XVIII dinastia egizia|XVIII dinastia]] (dal XVI al XIV secolo a.C.) mostrano disegni similari, oltre ai motivi squisitamente egiziani, per la cui ragione essi di solito sono stati ascritti agli artigiani egiziani che impararono (imitando) quell'arte, piuttosto che direttamente a quelli minoici.
 
Altri esempi di scene con il salto sul toro sono state trovate in [[Siria]], come nell'impronta di un [[sigillo cilindrico]] trovato al livello VII a [[Alalakh]] (periodo [[Prima dinastia babilonese|Antico Babilonese]], XIX o XVIII secolo a.C.) che mostra due acrobati che si esibiscono stando in verticale sulle mani sulla schiena del toro, con una segno di [[ankh]] posto fra loro; in un altro sigillo appartenente a un dipendente di [[Shamshi-Adad I]] (1800 a.C. ca.), oltre ad altri esempi siriani. Inoltre, nel 1997, venne scoperto un vaso nel sito turco di [[Hüseyindede Tepe|Hüseyindede]], nella provincia di Çorum, risalente all'[[Ittiti#L'Antico_Regno|Antico Regno ittita]] (XVIII-XV secolo a.C.).
 
==Creta minoica==
 
A Creta, nell'[[età del bronzo]], si pensava fosse stato un rituale chiave nella religione della [[civiltà minoica]]. Come nel caso di altre civiltà del [[Mar Mediterraneo|Mediterraneo]], il [[Bestiame|toro]] era [[toro (mitologia)|oggetto di culto]] e venerazione. La rappresentazione del toro nel palazzo di [[Cnosso]] è un simbolo diffuso nell'arte e nella decorazione di questo sito archeologico. <ref>{{En}}C. Michael Hogan, [http://www.themodernantiquarian.com/site/10854/knossos.html#fieldnotes ''Annotazioni sul campo a Cnosso'', Modern Antiquarian (2007)]</ref>
 
La supposizione, largamente dibattuta dagli studiosi, è che l'iconografia rappresenti uno sport rituale e/o un'esibizione in cui gli atleti letteralmente volteggiavano sopra i tori, come parte di un rito cerimoniale.
492 506

contributi